Formula E | GEOX Rome E-Prix, i commenti dei piloti dopo la gara

Podium with Mitch Evans (NZL), Panasonic Jaguar Racing, Jaguar I-Type 3, 1st position, Mitch Evans (NZL), Panasonic Jaguar Racing, Jaguar I-Type 3, 2nd position, and Stoffel Vandoorne (BEL), HWA Racelab, VFE-05, 3rd position

Come abbiamo visto, il Campionato ABB FIA Formula E ha avuto un settimo vincitore in altrettante gare, quasi a riprova della competitività del campionato. Ecco le parole di alcuni piloti dopo l’E-Prix.

Jean-Éric Vergne (DS Techeetah Formula E Team)

Jean-Eric Vergne (FRA), DS TECHEETAH, DS E-Tense FE19

TuttoMotorsport: “Con la penalità che ti è stata comminata (drive-through per il sorpasso sotto FCY, convertito in 37 secondi di penalità sul tempo finale, ndr) sei finito fuori dai punti ed hai perso anche il punto per il giro veloce (andato a Sébastien Buemi, ndr). La penalità era corretta o no, secondo te?”
Jean-Éric Vergne: “La penalità era corretta, ciò che non era corretto è che in Messico gli stewards hanno detto che il sorpasso che ho subito da tre macchine nelle stesse condizioni era corretto. Abbiamo chiesto agli steward se era possibile fare così e ci hanno detto di sì, per cui l’ho fatto oggi. Ho anche chiesto via radio al team se avessi dovuto ridare la posizione, e mi è stato detto di no, che avrei potuto conservare la posizione. E’ frustrante.
TM: “Il tuo compagno di squadra, André, è arrivato a podio ed ha lottato per la vittoria, ed ora DS Techeetah è in testa al campionato costruttori. Pensi che potrete mantenere questa forma andando al prossimo E-Prix, che è il tuo E-Prix di casa?”
JEV: “… Sì.”

André Lotterer (DS Techeetah Formula E Team)

SANYA STREET CIRCUIT, CHINA – MARCH 23: Andre Lotterer (DEU), DS TECHEETAH, and Edoardo Mortara (CHE) Venturi Formula E, watch the times during the Sanya E-prix at Sanya Street Circuit on March 23, 2019 in Sanya Street Circuit, China. (Photo by Sam Bloxham / LAT Images)

TM: “Secondo posto oggi a Roma, ed ovviamente eri davanti per buona parte della gara, prima del sorpasso di Mitch Evans. Pensi di aver bisogno di controllare meglio la vettura, le gomme, le componenti in generale?”
André Lotterer: “Penso che noi ci siamo, la macchina, il setup, era tutto perfetto. Dobbiamo guardare meglio la pressione delle gomme, perché non sappiamo cosa sia successo, ma erano proprio le gomme che mi hanno dato problemi oggi. Se non sono le gomme, vuol dire che Jaguar ha fatto un enorme passo in avanti… anche perché io ero veramente contento della vettura”
TM: “Secondo te è giusto il fatto che Mitch, nell’ultima parte di gara, ha rallentato così tanto per non fare un giro in più? Oppure è meglio lottare fino in fondo anche se rischi che la batteria finisca prima?”
AL: “No, alla fine fa parte della strategia, e se avessimo fatto quel giro in più sarebbe stato interessante vedere se saremmo riusciti a finire la gara, e chi sarebbe rimasto fino alla fine. In ogni caso, l’energia fa parte della strategia. Io non sapevo che Mitch stesse rallentando, ma quando ci siamo toccati il team mi ha aggiornato al riguardo”
TM: “La strategia di usare gli attack mode rapidamente, uno dietro l’altro, non ha pagato molto. Rivedendo la situazione nel post-gara, pensi che sarebbe stato più vantaggioso usarlo in un altro momento di gara?”
AL: “L’idea era buona in realtà, ma io non ho informato il mio team del problema con la pressione delle gomme. Ero ancora in quella fase in cui mi stavano venendo dei dubbi al riguardo, ma ho realizzato che c’era un problema solo dopo la gara. Penso che se hai problemi con le gomme, i problemi aumentano se usi due Attack Mode di fila. In ogni caso valeva la pena provare, e poi dovevamo mettere pressione a Mitch!”

Robin Frijns (Envision Virgin Racing)

Robin Frijns (NLD), Envision Virgin Racing, Audi e-tron FE05

TM: “Robin, la tua macchina oggi era buona, come abbiamo visto nella qualifica che è andata meglio. Pensi che potrete continuare con la buona performance? Pensi di aver trovato quel passo in avanti per la performance della qualifica?”
Robin Frijns: “Oggi abbiamo avuto una buona qualifica, ed in ogni weekend di gara abbiamo dimostrato un ottimo passo gara. Il team è sempre lì, indifferentemente dal pilota. L’importante sarà rimanere costanti in questo campionato, e tutto è possibile. Dobbiamo lavorare duramente ed i risultati positivi continueranno.”
TM: “Che ne pensi del format delle qualifiche? Abbiamo sentito vari piloti che si lamentano di questo format”
RF: “Secondo me, se sei molto avanti nel campionato lo odi. Se sei in fondo al campionato lo adori. La risposta varierà per ogni pilota!”

Pascal Wehrlein (Mahindra Racing)

SANYA STREET CIRCUIT, CHINA – MARCH 23: Pascal Wehrlein (DEU), Mahindra Racing, M5 Electro, locks up a tyre during the Sanya E-prix at Sanya Street Circuit on March 23, 2019 in Sanya Street Circuit, China. (Photo by Joe Portlock / LAT Images)

TM: “E’ stata una gara un po’ dura per voi, con Jérôme che partiva dal fondo. Pensi che le performance iniziali del team possano tornare a livelli da podio come ad inizio stagione?”
Pascal Wehrlein: “Beh, ci stiamo provando. E’ ovvio che non ci siamo ancora, ci manca un po’ di velocità, quindi… dobbiamo lavorare.”
TM: “Questa mancanza dipende dal setup, dal motore, o da voi piloti?”
PW: “Non so rispondere purtroppo, all’inizio eravamo in testa, ed ora non siamo più così veloci. O siamo noi che abbiamo rallentato, o sono gli altri team che sviluppano più velocemente di noi”
TM: “Tra tre gare il campionato arriverà in Germania, a Berlino. Cosa pensi di poter fare nella tua gara di casa?”
PW: “Beh, spero che il team riesca a trovare delle buone soluzioni… chiunque vorrebbe vincere la propria gara di casa!”

Stoffel Vandoorne (HWA RaceLab)

SANYA STREET CIRCUIT, CHINA – MARCH 23: Stoffel Vandoorne (BEL), HWA Racelab, VFE-05, with a damaged front-left during the Sanya E-prix at Sanya Street Circuit on March 23, 2019 in Sanya Street Circuit, China. (Photo by Joe Portlock / LAT Images)

TM: “Innanzitutto congratulazioni! Cosa significa per te il tuo primo podio ed il primo podio per HWA?”
Stoffel Vandoorne: “Significa molto, per noi è stato un inizio di stagione molto complicato con vari ritiri, problemi tecnici… E’ un bel risultato, e con questo podio sono riuscito ad arrivare in top 3 in quasi tutte le categorie dove ho gareggiato, ad eccezione solo della Formula 1. Il prossimo obiettivo ovviamente è la vittoria, lavoreremo per puntarvi… questo è sicuramente un ottimo weekend”
TM: “C’è stata una pausa di 47 minuti per la bandiera rossa, pensi fosse necessaria?”
SV: “Beh, non mi metterei a sostituire gli steward al riguardo. Penso che se l’hanno fatto, ci fossero motivi più che validi per tenerci ai box a lungo”
TM: “Alla fine della gara ti sei fermato con dei problemi. Te ne sei accorto prima del problema?”
SV: “Beh, sì, infatti avevo rallentato negli ultimi giri, cercando di non prendere rischi, evitare tutte le vibrazioni ed i cordoli nei limiti del possibile… e poi la vettura si è fermata subito dopo la fine della gara, per fortuna. Meritiamo questo podio.
TM: “In questa gara sei riuscito a non avere problemi ed a restare fuori dal caos, e sei arrivato a podio. Pensi che sia questa la chiave per arrivare sempre in posizioni importanti, come il podio o la vittoria?”
SV: “La chiave è sempre stare fuori dai problemi! Nessuno vuole stare in mezzo ad un problema… Il nostro obiettivo era arrivare al traguardo, eravamo orientati verso questo obiettivo. Volevamo avere una gara pulita, abbiamo avuto qualche piccolo problema ma siamo riusciti ad entrare in SuperPole ed a qualificarci bene. Inoltre abbiamo avuto una ottima gara, di di cui io sono molto fiero, perché era in gara che non avevamo passo. Abbiamo fatto modifiche alla macchina, abbiamo imparato molte cose e… siamo arrivati a podio. Speriamo di mantenere questa performance anche nelle prossime gare!”

About the Author

Fabio Seghetta
Studente universitario di Informatica. Ho una smisurata passione per il motorsport (F1, MotoGP, IndyCar, Formula E). Ho partecipato al campionato Formula Student con la mia università, arrivando secondi nel 2016 in classe 3 (stravincendo la prova di Cost Report). Gestisco la pagina Instagram @theracingstalker.