Formula E | GEOX Rome ePrix, le parole dei piloti

Durante la mattinata, prima dello shakedown, abbiamo avuto modo di intervistare alcuni piloti che prenderanno parte alla corsa. Ecco le loro parole:

Robin Frijns (Envision Virgin Racing)

AUTODROMO HERMANOS RODRIGUEZ, MEXICO – FEBRUARY 15: Robin Frijns (NLD), Envision Virgin Racing during the Mexico City E-prix at Autodromo Hermanos Rodriguez on February 15, 2019 in Autodromo Hermanos Rodriguez, Mexico. (Photo by Joe Portlock / LAT Images)

TuttoMotorsport: “Dopo le ultime gare, pensi che possiate finire sul podio o in una posizione per aumentare il vantaggio in ottica campionato?”
Robin Frijns: “Ovviamente abbiamo la possibilità di finire sul podio con entrambe le macchine, siamo sempre stati forti in ogni evento, poi qui Sam (Bird, ndr) ha vinto l’anno scorso, per cui conosce il circuito molto bene. Ho molta fiducia nel mio team, ma gli altri non stanno fermi a guardare, per cui dovremo cercare di ottenere il miglior risultato possibile, e una buona qualifica aiuterà sicuramente.”
TM: “In conferenza stampa hai detto che devi migliorare le tue performances in qualifica. Cosa pensi di dover fare in modo particolare?”
RF: “Beh, la qualifica è qualcosa con cui ho avuto problemi recentemente. Non so dire di preciso che cosa devo migliorare, è ovvio che ci sia qualcosa che non va, anche perché spesso sono io che commetto degli errori, quindi devo solo cercare di andare per il miglior giro possibile senza errori. La cosa è che spesso guido al limite e penso di essere okay, quando invece non è così. Devo lavorare sul mio giro, perché tra FP1 ed FP2 vado al massimo ed ottengo sempre delle buone performances.”

Maximilian Günther (GEOX Dragon)

Maximilian Günther (GER), Dragon Racing

TM: “Max, sei nuovamente in pista con la GEOX Dragon in sostituzione di Felipe Nasr. Pensi di poter fare un buon risultato, magari un arrivo a punti? Lavorerai sul migliorare la conoscenza della vettura?”
Maximilian Günther: “Beh, io sono qui per il miglior risultato che io possa ottenere. Non penso sia utile o abbia senso fare speculazioni per ora, perché voglio solo fare il mio lavoro ed ottenere un ottimo risultato insieme al team; voglio estrarre tutto il potenziale della vettura e fare il meglio possibile”
TM: “Ti rivedremo altre volte in macchina con GEOX Dragon?”
MG: “Al momento mi voglio concentrare solo su questo weekend, per il resto se ne parlerà dopo l’e-Prix”

Jean-Éric Vergne (DS Techeetah Formula E Team)

SANYA STREET CIRCUIT, CHINA – MARCH 23: Jean-Eric Vergne (FRA), DS TECHEETAH, celebrates victory on the podium during the Sanya E-prix at Sanya Street Circuit on March 23, 2019 in Sanya Street Circuit, China. (Photo by Alastair Staley / LAT Images)

TM: “Dopo la vittoria all’ultima gara (l’e-Prix di Sanya, ndr), pensi che il tuo team abbia delle buone possibilità per vincere anche qui o in generale fare un buon risultato in ottica campionato?”
Jean-Éric Vergne: “Beh, abbiamo una buona squadra, una buona macchina, siamo in un buon momento… bisogna continuare con questo buon momento, continuare a fare un buon lavoro con la squadra e fare dei punti qui a Roma”
TM: “Pensi che, anche con l’aiuto di André Lotterer, riuscirete ad accumulare punti preziosi per il campionato costruttori… oppure sei più concentrato sul campionato piloti?”
JEV: “Mah, entrambi i campionati sono importanti, ed io penso al risultato generale… ci sono ancora molte gare, abbiamo una buona macchina, siamo dei piloti che lottano spesso per il podio, quindi abbiamo tutte le carte in regola per vincere entrambi i campionati”
TM: “Dopo l’ultima gara, hai ringraziato DS per il supporto che da al team. Secondo te l’esperienza da loro accumulata in tutti gli anni di Formula E può influire sul vostro piazzamento e sullo sviluppo?”
JEV: “Siamo un’unica squadra, persone diverse su ambiti diversi… e penso che l’unione di questi due gruppi (DS e Techeetah, ndr) formi un soggetto forte per la nostra squadra, e tutti insieme lottiamo per lo stesso obiettivo finale”

Stoffel Vandoorne (HWA RaceLab)

SANYA STREET CIRCUIT, CHINA – MARCH 23: Stoffel Vandoorne (BEL), HWA Racelab, VFE-05, with a damaged front-left during the Sanya E-prix at Sanya Street Circuit on March 23, 2019 in Sanya Street Circuit, China. (Photo by Joe Portlock / LAT Images)

TM: “Riuscirai in questa gara ad ottenere un buon risultato non solo in ottica personale, ma anche per i punti costruttori?”
Stoffel Vandoorne: “Penso proprio di sì, ovviamente abbiamo avuto una partenza di stagione un po’ difficile, con i risultati delle gare che non sono stati propriamente perfetti per noi, ma il nostro passo in qualifica è stato molto buono, per cui dobbiamo lavorare sulla performance della gara. E’ lì che dobbiamo concentrarci, perché siamo un po’ indietro rispetto agli altri… ma abbiamo visto come in Formula E sia tutto possibile, sei vincitori in sei gare diverse, per cui si parte da zero. Dobbiamo solo fare il nostro lavoro, senza errori, e vedremo quale sarà il risultato”
TM: “Tu, con Edoardo Mortara, sei sceso in pista a Varano con la vettura Mercedes della Season 6. Quanto è importante, secondo te, il loro ingresso come motoristi e, secondo te, porterà a dei migliori risultati per il team?”
SV: “Ovviamente l’impatto di un costruttore è enorme, come abbiamo visto negli altri team nella serie. E’ stato molto bello essere il primo pilota a portare in pista la nuova vettura Mercedes EQ, è sempre bello essere il primo pilota a dare un input sullo sviluppo della vettura… tutto quello che facciamo quest’anno (come HWA, ndr) è indirizzato allo sviluppo della vettura dell’anno prossimo. E’ una lunga strada ancora, Mercedes entrerà solo l’anno prossimo e gli altri costruttori sono qui da tanto, hanno più esperienza, ma penso ci siano tutti gli elementi per fare un team molto forte anche qui in Formula E”

Alex Lynn (Panasonic Jaguar Racing)

TM: “Questa è la tua prima gara con la nuova generazione di vetture, ed ovviamente sostituisci Nelson Piquet jr. Quanto sarà difficile sostituire Nelson?”
Alex Lynn: “Beh, Nelson è un fantastico pilota. Quello a cui io punto in questo weekend è fare il miglior risultato per il team, in modo da poterli aiutare a salire nella classifica costruttori. La mia responsabilità, domani e nel resto della stagione, è quella di fare più punti possibili per portare il team dove merita di essere”
TM: “Vai d’accordo con il tuo compagno di squadra (Mitch Evans, ndr)? Quanta collaborazione ci può essere tra voi due a livello di setup, consigli sulla vettura, etc?”
AL: “Beh, è molto importante avere un buon rapporto tra compagni di squadra. Io e Mitch ci conosciamo da anni, ci rispettiamo molto, e penso che lui stia avendo un’ottima stagione. Io dovrò arrivare al suo livello, fare più punti possibili per il team”
TM: “Non ti chiederò dove pensi di finire nella gara perché sarebbe una mera speculazione…”
AL: “Sì, in effetti sì”
TM: “… qual è però il tuo obiettivo in questa gara?”
AL: “Essere vicino ai punti, migliorare la conoscenza della vettura, puntare ad avere una qualifica senza errori, dimostrare la competitività della macchina… e, con una gara pulita, fare punti o andarci vicino”
TM: “La pioggia andrebbe a peggiorare la performance?”
AL: “Hai visto le previsioni? Perché io sono il tipo di persona che si alza la mattina e guarda fuori dalla finestra, per poi valutare. In ogni caso, ho guidato una vettura di Formula E varie volte, la pioggia non dovrebbe essere troppo un problema”

Felipe Massa (Venturi Formula E Team)

Felipe Massa (BRA), Venturi Formula E

TM: “Questa è la tua prima gara a Roma con una vettura di Formula E. Che risultato ti aspetti una volta imparato il circuito?”
Felipe Massa: “Mah, mi aspetto una bellissima gara da fare. Spero che riusciremo ad essere competitivi, spero che avremo una buona macchina… spero di avere la possibilità di lottare per il podio, magari per la vittoria! Sarebbe una cosa fantastica per me, correndo qui a Roma… proverò tutto il possibile, dovremo capire la pista perché per me è una pista nuova, dovremo fare tutto nella maniera giusta, fare tutto bene per essere in grado di combattere lì davanti.”
TM: “Abbiamo visto come, nelle ultime tre gare, tu sia arrivato costantemente a punti, che può sembrare un segno di confidenza maggiore con la macchina. Nel contempo Edoardo (Mortara, ndr) ha vinto una gara, per cui la macchina sembra esserci. Pensi di riuscire a fare lo step successivo per arrivare a podio o alla vittoria?”
FM: “Sì, abbiamo bisogno di questo secondo step, questa sarebbe la cosa più importante per lottare ogni gara per il podio. Abbiamo bisogno di questo piccolo step avanti, ma spero di essere in grado di lottare per il podio e per la vittoria più spesso!”

Jérôme D’Ambrosio (Mahindra Racing)

SANYA STREET CIRCUIT, CHINA – MARCH 22: JŽr™me d’Ambrosio (BEL), Mahindra Racing during the Sanya E-prix at Sanya Street Circuit on March 22, 2019 in Sanya Street Circuit, China. (Photo by Sam Bloxham / LAT Images)

TM: “Dopo le recenti performance del team, ti aspetti un buon piazzamento in questa gara o dovrete lottare per stare davanti?”
Jérôme D’Ambrosio: “Penso che tutti stiano migliorando gara dopo gara, per cui dovremo continuare lo sviluppo, continuare a migliorare la vettura… l’abbiamo fatto anche qui a Roma, dove abbiamo portato cose nuove… penso che saremo più in competizione rispetto all’ultima gara”
TM: “Abbiamo visto che nelle prime sei gare ci sono stati sei vincitori differenti. Pensi che, in generale, sia più importante per lo sport un settimo vincitore diverso o non è necessario?”
JDA: “Beh, quando hai sei vincitori in sei gare, non è importante se hai un settimo vincitore diverso o no. Già quanto fatto finora è impressionante”
TM: “Vai d’accordo con Pascal? C’è collaborazione tra voi all’interno del team per puntare sempre al meglio?”
JDA: “Beh, devi sempre lavorare bene con il tuo compagno di squadra perché in Formula E c’è sempre una sfida di base nello sviluppo della vettura, per cui lavorare bene con il tuo compagno di squadra è un vantaggio”

Gary Paffett (HWA RaceLab)

AUTODROMO HERMANOS RODRIGUEZ, MEXICO – FEBRUARY 15: Gary Paffett (GBR), HWA Racelab during the Mexico City E-prix at Autodromo Hermanos Rodriguez on February 15, 2019 in Autodromo Hermanos Rodriguez, Mexico. (Photo by Alastair Staley / LAT Images)

TM: “Dopo le prime sei gare, possiamo dire che le performance del team non sono state propriamente ottime. Pensi che tu e Stoffel avete ciò che serve per recuperare punti e cambiare questo trend negativo?”
Gary Paffett: “Direi di sì, penso che abbiamo mostrato un buon ritmo in gara, seppur non costante come sarebbe dovuto essere, e magari in momenti non ottimi. Abbiamo una macchina che è capace di fare punti ad ogni gran premio e non lo stiamo facendo, per cui tra piloti e team dobbiamo capire che errori stiamo facendo per ottenere la miglior performance possibile. Abbiamo un sacco di domande senza risposta ancora, in particolare gli ingegneri per capire cosa non funzioni nella macchina. Abbiamo del lavoro da fare, ma penso che dovremmo fare punti ad ogni singola gara”
TM: “HWA diventerà, nella prossima stagione, Mercedes. Tu non hai potuto provare la nuova vettura per altri impegni, ma è possibile, secondo te, che l’ingresso di un costruttore come Mercedes aiuterà nello sviluppo della macchina, del motore ed in generale con la performance della vettura?”
GP: “Penso proprio di sì, sicuramente. Il setup di queste macchine è molto limitato, per cui la maggior parte del lavoro va fatta nel powertrain. Se si guarda ai risultati di Mercedes negli ultimi risultati in Formula 1, direi che posso avere molta fiducia nel loro motore per la prossima stagione, oltre che essere sicuro del loro boost al team”

André Lotterer (DS Techeetah Formula E Team)

SANYA STREET CIRCUIT, CHINA – MARCH 23: Andre Lotterer (DEU), DS TECHEETAH during the Sanya E-prix at Sanya Street Circuit on March 23, 2019 in Sanya Street Circuit, China. (Photo by Alastair Staley / LAT Images)

TM: “Secondo te, qui a Roma e nel resto della stagione la performance del team sarà ottimale come nelle ultime due gare?”
André Lotterer: “Uhm, penso e spero che le performance saranno buone. Penso che abbiamo una buona macchina ed il circuito, l’anno scorso, mi era molto favorevole. Spero che saremo davanti a lottare… ovviamente quello che accade in gara non possiamo saperlo (riguardo incidenti e simili, ndr), il nostro è un campionato molto “aggressivo” ed è difficile per i piloti non sbattere, anche se non volessimo, perché siamo sempre molto vicini ed i tracciati sono così stretti che ogni volta c’è sempre qualcosa che accade… ma è anche questo che rende la ABB FIA Formula E così eccitante”
TM: “Pensi che l’esperienza di DS abbia influito sulla vettura per portarla a lottare per i primi posti?”
AL: “Siamo un team professionale, un buon mix di ingegneri tra DS e Techeetah, tutti pensano al miglior potenziale della vettura, con DS che ci formisce un ottimo powertrain. Non credo che abbiamo qualcosa di rivoluzionario, semplicemente riusciamo a coprire vari aspetti per avere una ottima macchina.”
TM: “Pensi che sia necessario un settimo vincitore su sette gare, oppure chi vince non è influente per lo spettacolo?”
AL: “Sarà chi sarà, non penso che il vincitore sia importante. La Forula E ha già dimostrato di essere una serie competitiva, ed è difficile prevedere se ci sarà un vincitore diverso o meno… spero di essere io in caso!”

Sam Bird (Envision Virgin Racing)

SANYA STREET CIRCUIT, CHINA – MARCH 23: Sam Bird (GBR), Envision Virgin Racing during the Sanya E-prix at Sanya Street Circuit on March 23, 2019 in Sanya Street Circuit, China. (Photo by Alastair Staley / LAT Images)

TM: “Nelle ultime gare il tuo team ha dimostrato un’ottima performance. Sei anche il vincitore della prima edizione qui, pensi di poter confermare quella vittoria?”
Sam Bird: “Io dovrò fare la mia miglior performance per ottenere il risultato migliore. Io farò il miglior lavoro che potrò per ottenere punti, se questo significherà la quinta posizione saranno dieci punti, se sarà una vittoria sarà ancora meglio… ma queste gare sono difficili, soprattutto in un circuito come quello di Roma, per cui vedremo quello che accadrà domani”.

Nick Heidfeld (terzo pilota Mahindra Racing)

Nick Heidfeld (GER), Mahindra Racing, Mahindra M4Electro.

TM: “Quest’anno sei terzo pilota e quindi non corri, ma che supporto dai al team ed ai piloti?”
Nick Heidfeld: “Beh, quest’anno non guiderò a parte qualche test, ma il mio ruolo è di consigliere per il team, per cui partecipo a vari eventi, a vari incontri e, con la mia esperienza acquisita in vari team, cerco di aiutare dove posso, non necessariamente un’area specifica ma cerco di aiutare i piloti, gli ingegneri, chi posso aiutare per ottenere un buon risultato con il team”
TM: “Abbiamo visto che anche quest’anno Mahindra ha una performance buona, a parte qualche momento di sfortuna. Pensi che quest’anno potrebbe essere quello giusto per il campionato?”
NH: “Può, sì, ma non si è mai visto un campionato così vicino in termini di punti come la ABB FIA Formula E quest’anno. I primi quattro team sono racchiusi nell’arco di tre punti, tutti i piloti sono talmente vicini che la possibilità di una vittoria c’è, ma al tempo stesso tutto deve andare perfettamente per arrivare ad avere la vittoria”

About the Author

Fabio Seghetta
Studente universitario di Informatica. Ho una smisurata passione per il motorsport (F1, MotoGP, IndyCar, Formula E). Ho partecipato al campionato Formula Student con la mia università, arrivando secondi nel 2016 in classe 3 (stravincendo la prova di Cost Report). Gestisco la pagina Instagram @theracingstalker.