Formula E, Moët & Chandon sostituisce Mumm come champagne ufficiale

Chandon era diventato lo champagne ufficiale della F1 prima dell'accordo con Carbon. Un nuovo accordo lo vede champagne ufficiale della serie elettrica

Mancano 12 giorni all’inizio ufficiale della nuova stagione 2018/2019 della Formula E, ed oggi è emersa una nuova notizia riguardante lo champagne spruzzato dai piloti sul podio. Nel dettaglio, la maison Moët & Chandon (sponsor di McLaren in F1) diventa il fornitore ufficiale di champagne della serie elettrica, andando a sostituire la maison G. H. Mumm.

L’accordo raggiunto tra la Moët & Chandon e la serie elettrica prevede l’utilizzo di bottiglie della casa francese sul podio per i piloti, oltre alla fornitura di champagne per i VIP e gli ospiti della hospitality e, in alcune gare, dei bar dedicati per i tifosi.

Alejandro Agag, fondatore e CEO della Formula E, ha commentato così la notizia: “Sperando di portare un altro anno di imprevedibilità e di battaglia intensa in pista per la quinta stagione [di Formula E, ndr], celebreremo i migliori momenti in grande stile, con Moët & Chandon. Questa partnership è un’altra dimostrazione della crescita continua della Formula E e del numero di marchi ad essa collegati, compreso Moët & Chandon“.

Contemporaneamente, il presidente e CEO di Moët & Chandon, Stephane Baschiera, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “La nostra maison ha fatto della tecnologia una componente essenziale, ed è quindi un piacere lavorare con la Formula E, che opera in testa all’innovazione tecnologica… la Formula E supporta il futuro della mobilità sostenibile“.

La nuova stagione inizierà il 15 dicembre 2018 ad Ad Diriyah, in Arabia Saudita, e sarà la prima volta in gara per le nuove vetture della Season 5.

About the Author

Fabio Seghetta
Studente universitario di Informatica. Ho una smisurata passione per il motorsport (F1, MotoGP, IndyCar, Formula E). Ho partecipato al campionato Formula Student con la mia università, arrivando secondi nel 2016 in classe 3 (stravincendo la prova di Cost Report). Gestisco la pagina Instagram @theracingstalker.