Formula E | Nuove regole per la Season 6!

Mancano poco più di 3 mesi all’inizio della nuova stagione del Campionato ABB FIA Formula E, andiamo quindi ad analizzare le differenze sul regolamento.

Vietati i motori doppi

Sébastien Buemi (SUI), Nissan e.Dams,

Dalla stagione 2019/2020, tutte le vetture di Formula E dovranno necessariamente avere un unico motore. Questa scelta dovrebbe impattare solamente Nissan e.dams, in quanto unico team con un doppio motore. Il doppio motore è più vantaggioso in qualifica, ma meno utile in gara con un consumo di energia lievemente maggiore. In passato, il doppio motore era stato usato da NIO, NextEv e DS, ma tutti erano poi tornati all’uso di un motore singolo.

Attack Mode più potente ma con regole diverse di attivazione

Maximilian GŸnther (DEU), Dragon Racing, Penske EV-3

L’Attack Mode, modalità che permette di sfruttare per un determinato periodo di tempo una potenza maggiore del motore, verrà ulteriormente incrementato, passando da 25kW a 35kW oltre alla potenza normale del motore (200kW). Combinando quindi l’Attack Mode al FanBoost, si potranno raggiungere i 260kW di potenza in accelerazione (circa 348cv).

Questa modifica ne porta però un’altra, ovvero l’impossibilità di attivare l’Attack Mode durante un periodo di Safety Car o Full Course Yellow. Tutto ciò è volto al voler avere un migliore uso dell’energia e quindi dare più spettacolo (invece che utilizzare un intero Attack Mode sotto Safety Car per risparmiare energia). Ricordiamo come in alcune gare della Formula E, infatti, alcuni piloti avevano attivato l’Attack Mode per usarlo sotto Safety Car, in modo da non avere poi problemi di gestione della batteria.

Riduzione della carica residua sotto FCY e SC

BROOKLYN STREET CIRCUIT, UNITED STATES OF AMERICA – JULY 14: Jose Maria Lopez (ARG), GEOX Dragon Racing, Penske EV-3 spins into Andre Lotterer (DEU), DS TECHEETAH, DS E-Tense FE19 during the New York City E-prix II at Brooklyn Street Circuit on July 14, 2019 in Brooklyn Street Circuit, United States of America. (Photo by Simon Galloway / LAT Images)

Nel caso in cui la direzione gara sia costretta a chiamare la Full Course Yellow o la Safety Car, la carica residua dei piloti andrà a ridursi. Più precisamente, per ogni minuto a velocità limitata, i piloti avranno 1kW in meno di carica residua da poter usare nel residuo dell’E-Prix. La batteria è al massimo di 54kWh, ma in gara se ne possono usare solo 52, per cui i piloti potrebbero trovarsi a dover affrontare una gestione della batteria maggiore per arrivare al traguardo. Tutto ciò è stato deciso per aumentare la gestione della batteria e possibilmente portare più spettacolo nelle gare della Formula E.

Più punti a disposizione dei piloti in qualifica

Andre Lotterer (DEU), DS TECHEETAH, with Marco Parroni, Head of Global Sponsoring and Managing Director SA Julius Baer

Fino alla Season 5 del Campionato ABB FIA Formula E, chi otteneva la SuperPole guadagnava 3 punti per il campionato. Dalla prossima stagione, invece, oltre ai 3 punti indicati sopra, il pilota che sarà in testa ad ogni gruppo di qualifica otterrà 1 punto iridato. Nel caso in cui un pilota ottenga il giro più veloce del suo gruppo, SuperPole, vittoria in gara e giro più veloce in gara, potrà ottenere ben 30 punti in campionato. Questa, quindi, è una cifra non indifferente in chiave di fine campionato.

About the Author

Fabio Seghetta
Studente universitario di Informatica. Ho una smisurata passione per il motorsport (F1, MotoGP, IndyCar, Formula E). Ho partecipato al campionato Formula Student con la mia università, arrivando secondi nel 2016 in classe 3 (stravincendo la prova di Cost Report). Gestisco la pagina Instagram @theracingstalker.