Sconsolato Di Grassi, il titolo appare sempre più lontano

AUDI SPORT ABT SCHAEFFLER FORMULA E TEAM, Lucas di Grassi

Sul tracciato cittadino di Santiago del Cile è andato in scena il quarto round della FormulaE. Per Audi anche la trasferta in Sud America ha riservato amare sorprese. Ritiro per Daniel Abt nelle prime fasi di gara, dopo un contatto con Heidfeld e stop per Di Grassi, fermato da un problema tecnico sulla sua monoposto.

La competitiva vetture della casa dei quattro anelli manca di affidabilità. Prima dell’appuntamento a Santiago, il team era convinto di aver risolto i problemi di affidabilità che avevano afflitto il pilota brasiliano, sia ad Hong Kong che a Marrakech.

Certo, la velocità pura non manca, tant’è che dopo i test pre-campionato, Lucas era il favorito alla vittoria; ma in fase di progettazione qualcosa non è andata per il verso giusto. Forse per raggiungere tale potenza si è sacrificata l’affidabilità. Pochi punti per Daniel Abt, zero per Di Grassi che vede affievolirsi la speranza di diventare campione del mondo; trovandosi ormai a 71 punti dalla vetta.

Amareggiato e sconsolato Lucas che ha così commentato l’esito della gara:“improbabile, irrealistico e incredibile. Adesso ci serve un miracolo”.

Sulla stessa lunghezza d’onda, ma più oggettivo, è il celebre team principal Allan McNish:”A volte ti va tutto bene, a volte tutto storto, ed è proprio questa la situazione in cui ci troviamo. Daniel è stato sfortunato al primo giro. Lucas stava disputando una grande gara e all’improvviso, non sappiamo ancora il perché, si è trovato senza potenza“.