IndyCar 2019 – Dixon batte in volata Rosenqvist, 14° Newgarden

Una gara pazza, indecifrabile in tutto e per tutto, quella di Mid-Ohio. A spuntarla è Chip Ganassi, che concretizza la prima doppietta stagionale con il 1° posto di Scott Dixon e la 2^ posizione di Felix Rosenqvist, al primo podio in carriera. I due piloti di Ganassi hanno studiato la gara seguendo due strategie differenti, con Rosenqvist che ha affrontato gli ultimi giri con le gomme prime (dure) e Dixon che, invece, ha optato per le Option (morbide). Come previsto Rosenqvist ha recuperato velocemente su Dixon, nel finale con le gomme “alla frutta”, che ha però approfittato dei doppiati per tenere lontano il compagno di squadra. L’unico tentativo di Rosenqvist è avvenuto proprio all’ultimo giro, in curva 2, con il rookie di Ganassi che ha provato il sorpasso all’interno, toccando il posteriore di Dixon. I due non sono finiti fuori pista e la doppietta per Ganassi è arrivata pochi istanti dopo.

Completa la Top 3 Ryan Hunter-Reay, finalmente competitivo e probabilmente uscito da un periodo non buio, di più.

Il Gran Premio ha rappresentato la perfetta definizione di cosa sia l’IndyCar Series: sorpassi, strategie differenti per molteplici piloti, contatti e soprattutto colpi di scena talmente importanti da riaprire la corsa al titolo sia per Pagenaud sia per Dixon. A creare queste chance, a quattro gare dal termine, è stato lo stesso leader della classifica Josef Newgarden: autore di una solida gara, all’ultimo giro ha tentato il sorpasso su Ryan Hunter-Reay, 3°, in curva 2. L’incrocio di traiettorie ha provocato un contatto che ha portato Newgarden prima sull’erba e poi sulla ghiaia, con il pilota Penske che non ha potuto fare altro che scendere dalla vettura ed allontanarsi disperatamente. Per lui comunque 17 punti, poiché classificatosi 14°, doppiato di un giro, al termine delle gara.

Si riapre così il titolo, con Rossi che di colpo è passato da un probabile -34 ad un -16 in classifica piloti. Una manna dal cielo per il pilota di Andretti, che in Mid-Ohio ha anche subito il compagno Ryan Hunter-Reay, come mai in questa stagione.

Davanti a Rossi, 5° al traguardo, ha concluso il Pole-Winner Will Power. L’australiano, nonostante la terza pole stagionale, ha condotto la gara senza problemi sino al 28° giro. Partito con le Option ha poi montato le Prime, peccando nel passo gara e subendo la rimonta di Dixon, Rosenqvist ed Hunter-Reay.

Al 6° posto Simon Pagenaud, che con il ritiro di Newgarden si porta a -47 dal 1° posto in classifica piloti. Ancora un’ottima gara per Spencer Pigot, che prosegue l’ottima striscia di risultati positivi iniziata col 5° posto dell’Iowa.

Concludono la Top 10: Colton Herta, Graham Rahal e Jack Harvey.

RISULTATI UFFICIALI 2019 HONDA200

Fonte: indycar.com

Prossimo appuntamento con l’IndyCar Series il 18 agosto, nel tri-ovale di Pocono.

Con DAZN segui la INDYCAR IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND