IndyCar 2019 – Iowa: E’ dominio Newgarden! Dixon 2° in rimonta, 3° Hinchcliffe. Solo 6° Rossi.

La Iowa 300 ha sicuramente messo a dura prova la resistenza fisica e psicologica di piloti, addetti ai lavori ed appassionati. La gara è, infatti, partita con un ritardo di 4 ore a causa di una violenta pioggia abbattutasi sull’ovale dell’Iowa. Pioggia che è tornata, seppur lievemente, intorno al giro 50, costringendo la Direzione Gara ad esporre la bandiera rossa per circa 30 minuti. Dopodiché i piloti hanno completato i restanti 250 passaggi senza ulteriori stop, ad eccezione delle caution chiamate in causa dai commissari per incidenti.

E’ stato Josef Newgarden il primo a passare sotto la bandiera a scacchi. Una gara perfetta quella del pilota Penske, capace di liberarsi nei primi giri sia di Pagenaud sia di Power. Testa della corsa che non ha più abbandonato, resistendo soprattutto agli attacchi del compagno di squadra Power. Con questo successo, il 4° stagionale, Josef Newgarden incrementa il vantaggio in classifica su Rossi, il quale giungerà in Mid-Ohio con un ritardo di 29 punti.

Sorprendente 2° posto per Scott Dixon, che per tutta la gara non ha mai dimostrato il ritmo necessario per posizionarsi stabilmente anche solo nella Top 10. La caution causata dall’incidente di Carpenter a 35 giri dalla bandiera a scacchi ha permesso al team di Chip Ganassi di effettuare il pit stop senza perdere tempo, in modo tale da consegnare a Dixon un set di pneumatici nuovi da sfruttare nell’ultimo stint di gara. Scelta strategica che si è rivelata eccellente, con il neozelandese che dopo la ripartenza ha sorpassato velocemente i rivali per poi concludere al 2° posto.

Ottima anche la performance di James Hinchcliffe, che chiude 3° non distante da Dixon. L’eccelso lavoro di SPM si può ritrovare anche nella gara di Ericsson, al traguardo “solo” 11° ma per tutto l’evento costantemente in Top 10.

Conclude al 4° posto il Pole-Man Simon Pagenaud, che in gara ha prima sofferto i compagni di squadra, commettendo poi un paio di errori che lo hanno relegato al di fuori della zona podio. Non è stato l’unico del team a compiere delle sbavature: Will Power, in lotta per il 1° posto, nell’entrare ai box è finito oltre la linea bianca, sfiorando di pochi centimetri il muro divisorio. La Direzione Gara non ha avuto pietà e Power è stato penalizzato con uno Stop & Go che ha costretto l’australiano a terminare in 15^ posizione.

L’Iowa è stata una pista ricca di sorprese, tra le quali diventa obbligatorio menzionare Spencer Pigot: partito 19°, il pilota di Carpenter Racing ha sin da subito occupato la Top 10, recuperando posizioni su posizioni e terminando 5°. Un fine settimana iniziato, quindi, male ma poi conclusosi alla perfezione, se non fosse per il ritiro di Carpenter a circa 30 giri dalla bandiera a scacchi, proprio mentre quest’ultimo occupava il 5° posto.

In 6^ posizione è giunto Alexander Rossi, ora a -29 da Newgarden. Dopo tre gare positive l’Iowa rappresenta un duro colpo per Rossi, che negli ovali fa quel che può, sfruttando al massimo un pacchetto che sicuramente non è all’altezza di Penske e Ganassi. Prova ne è il 7° posto di Veach, comunque positivo viste le gare precedenti, e soprattutto il 17° di Ryan Hunter-Reay, il quale sembra entrato in un vortice di prestazioni negative dal quale non sembra poter uscire, almeno in questo 2019.

Concludono la Top 10 Graham Rahal, Sebastién Bourdais e soprattutto Tony Kanaan, alla seconda presenza tra i primi dieci dopo il 9° posto della Indy500. Una ventata di aria fresca per A.J. Foyt e per il brasiliano, spariti dalle zone alte della classifica per una buona parte della stagione.

Ritirato per la seconda gara consecutiva Takuma Sato. Il giapponese di RLL ha dimostrato un ottimo passo gara, riuscendo anche ad infastidire i piloti Penske. Nonostante ciò Sato è stato costretto ad alzare bandiera bianca a causa di un contatto con Sage Karam, il quale in uscita di curva 4 ha toccato il posteriore del giapponese, finito così in testacoda e poi obbligato al ritiro per danni eccessivi alla sospensione posteriore sinistra.

RISULTATI UFFICIALI 2019 IOWA 300

L’IndyCar scende di nuovo in pista tra 7 giorni, con il Mid-Ohio che farà da scenario al 13° round della stagione 2019. La gara sarà trasmessa in diretta da DAZN alle ore 22.05.

Con DAZN segui la INDYCAR IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND