IndyCar 2019: Preview ed orari dell’ IndyCar Grand Prix

Fonte: IndyCar.com

In questo fine settimana torna in pista l’IndyCar, che inaugura il mese più importante della stagione con la prima delle due gare di Indianapolis. Domenica 11 maggio i piloti saranno impegnati nell’ IndyCar Grand Prix, evento che si svolge dal 2014 sul Combined Road Course di Indianapolis.
Al 5° round stagionale non sono ancora chiari i favoriti, visto che nei primi quattro appuntamenti nessun pilota è riuscito a ripetersi. Per ora a raggiungere il successo sono stati Josef Newgarden, Colton Herta, Takuma Sato ed Alexander Rossi, chissà se questo fine settimana la striscia di vincitori diversi continuerà oppure se qualcuno dei piloti precedentemente nominati avrà la forza di giungere al secondo successo in stagione.
La classifica piloti vede ancora in testa Josef Newgarden, seguito da Alexander Rossi e Scott Dixon. Rimane vicino anche Takuma Sato, , ma già dal posto di Ryan Hunter-Reay il gap sale a 70 punti.

LA PISTA

L’IndyCar Grand Prix si svolge dal 2014 all’interno dell’Indianapolis Motor Speedway, con la pista che sfrutta un layout che unisce il tracciato interno ad una piccola porzione di ovale. Per intenderci la pista è una fusione tra quella in cui ha corso la F1 dal 2000 al 2007 e quella utilizzata dalla MotoGP, che invece ha gareggiato ad Indy dal 2008 al 2015, correndo però al contrario rispetto alle vetture a ruote scoperte.
Il rettilineo del traguardo si conclude con una forte frenata che porta a curva 1 e 2, una chicane di difficile interpretazione che non rende molto semplici i sorpassi. Una lunga destra costituisce curva 3 e 4, dopo le quali si giunge nel punto più spettacolare del tracciato: la stretta chicane di curva 5 e 6, che si affronta quasi in pieno non permettendo la benché minima incertezza. Un rettilineo fa respirare i piloti, che poi inseriscono le proprie vetture nello slalom delle curve 7-8-9-10, quasi mono-traiettoria e quindi ostiche per chi deve tentare i sorpassi. Uscendo da curva 10 vi è il breve ingresso nell’ovale, con i piloti che che affrontano l’ultimo complesso di curve, 12-13-14, per poi concludere il giro.
I piloti nella domenica di gara dovranno percorrere le 2.4 miglia dell’ Indianapolis Road Course per 90 giri – cinque in più rispetto al 2018 – con una distanza totale di gara pari a 219.5 miglia (353.27 km).

Con DAZN segui la INDYCAR SERIES IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND.

LE STATISTICHE

Presente nel calendario IndyCar Series dal 2014 il Road Cours di Indy è caratterizzato da dati e statistiche molto recenti. Il vincitore della prima edizione è stato Simon Pagenaud, a bordo della DW12 Honda del team Sam Schmidt Motorsports. Il francese si è poi ripetuto nel 2016 con Penske, ma nonostante ciò non risulta il più vincente. E’ Will Power a detenere il record di vittorie sul tracciato dell’indiana, con 3 successi ottenuti nel 2015, nel 2017 e nel 2018, tutti con Penske. Proprio Roger Penske, Team Principal, ha tra le mani un fine settimana che non può che vederlo favorito.
Parlando di motorizzazioni Chevrolet grazie alle vittorie Penske vanta 4 vittorie, battendo Honda che è ancorata a quota 1 (2014).

PROGRAMMAZIONE ED ORARI 2019 INDYCAR GRAND PRIX – Indy Road Course

Domenica 11 maggio
GARA: Diretta esclusiva DAZN, ore 21.40

Segui live l’ INDYCAR GRAND PRIX su DAZN. Attiva subito il tuo mese gratis.