Antonelli-Pasiewicz, doppietta Energy nella finale Mini della Winter Cup

La Mini è ancora una volta nel segno di Andrea Kimi Antonelli; che sia 60 Mini o Mini ROK, poco importa. Il primato del pilota scovato da Toto Wolff è ancora lì a dimostrare che il boss della Mercedes ci ha visto giusto e, forse, il futuro potrebbe riservare delle gradite sorprese. Non solo, la festa del team Energy viene completata dal secondo posto di Pasiewicz, dopo che Bertuca ha accarezzato il sogno di vincere la gara. Al via, infatti, è proprio lui a farsi vedere alle spalle del polesitter Protasiewicz bruciando proprio Antonelli, mentre per Al Azhari la gara non è nemmeno iniziata. Bertuca, così, rompe gli indugi e si porta in testa e viene seguito da Trifone, che mette a segno il giro record, e Marconato, ricacciando indietro Protasiewicz al quarto posto.

Per il polacco i guai non sono finiti, visto che continua a perdere posizioni, mentre a risalire è Antonelli, che si porta sul terzo gradino del podio, mentre il compagno di squadra Pasiewicz firma il giro record, guadagna due posizioni e soffia il terzo posto ad Antonelli, tutto nel corso del quinto giro. Chi ha la peggio è Trifone, che di posizioni ne perde due il giro successivo, mentre tra Pasuiewicz e Antonelli inizia il duello in famiglia, che si risolverà in favore dell’italiano. Marconato guadagna la quinta posizione al settimo giro, mentre il duello è per le posizioni dalla prima alla quarta. Antonelli, infatti,. riesce a giungere al secondo posto, ma arriva il colpo di scena: Bertuca fa un errore e perde 3 posizioni, con Antonelli, Pasiewicz e Trifone che lo passano. Bertuca riesce almeno a riprendersi la terza posizione dietro ai due Energy di Antonelli e Pasiewicz che festeggiano la doppietta, poi Bertuca favorisce il sorpasso di Marconato su Trifone, a seguire Stenshorne, Badoer, Barbieri, Lupifieri e Iancu.