Domenica in Svezia il Mondiale CIK-FIA per le classi KZ1 e KZ2

A Kristianstad è tutto pronto per il Campionato del mondo che assegna le corone iridate nelle classi con il cambio, vale a dire KZ1 e KZ2, oltre a essere il terzo e conclusivo round del CIK-FIA Academy Trophy, tutto in attesa di quella che sarà la novità dell’anno, ossia il primo Campionato del mondo per le nuove categorie OK e OK Junior, che si correrà nella notte del Bahrain nel mese di novembre, alle porte del circuito automobilistico Al-Sakhir.

La classe regina, la KZ1, sulla carta vedrà il duello tra i due squadroni Tony Kart e CRG, nel duello tutto italiano tra Marco Ardigò (tabella n. 1, quella del Campione europeo) e Paolo De Conto (4), protagonisti annunciati della serie iridata nella quale, però, potrebbero non mancare le sorprese, a iniziare da Rubens Barrichello (22), che si schiera nelle file del team BirelART al fianco di Jordon Lennox-Lamb (9). Ma le novità non sono finite certo qui: un’altra squadra che si candida al titolo, vale a dire Sodikart, con Abbasse (5) e Lammers (10), che però deve registrare una defezione, quella di Arnaud Kozlinski (23), andato a rinforzare il team CRG, che è la squadra che si schiera con più piloti al via, perché oltre ai due nomi già menzionati entreranno in gara anche Puhakka (6) e Camponeschi (7). Inoltre, il team CRG Holland schiererà per la prima volta insieme entrambi i fratelli Pex, con il Campione del mondo uscente Jorrit (14) e il fratello Stan (26) che gireranno con motorizzazione Vortex (invero, i piloti CRG avranno diverse motorizzazioni, dai TM ai Parilla, mentre quasi nessuno si schiererà con motori Maxter eccetto Daniel Bray (32) con telaio GP Racing). La squadra di Dino Chiesa è quella che schiera più mezzi, ben 7 tra team ufficiali e privati. Scorrendo l’elenco degli iscritti, poi, c’è anche Leonardo Lorandi (27), che porta il team Babyrace nella categoria principale dopo aver corso europeo e WSK nella classe KZ2. Da segnalare anche la partecipazione dei team Gold Kart, con Forè (11) e Johansson (17), Kosmic, con Hajek (2) e Backman (21), Ricciardo, con Dreezen (12), e Praga, con Pescador (8). Da tenere d’occhio anche il team Mad Croc, che schiera Ben Hanley (24), quest’anno impegnato in OK, e Ivan Chubarov (25).

In KZ2 la pattuglia della International Super Cup è composta da 90 iscritti, capitanata dal Campione europeo Fabian Federer (tabella 101), che se la vedrà con diversi avversari, soprattutto in casa dove deve affrontare la concorrenza di Pedro Hiltbrand (137), Tom Joyner (138), che correrà con telaio Zanardi, Felice Tiene (142), Dylan Davies (107), Benjmin Tornqvist (113), solo per citarne alcuni. Fanno parte del “mondo” CRG anche Tommaso Mosca (111) e Marco Zanchetta (146), che si schiereranno per il team Maranello, e Marta Garcia (139), che correrà nelle file Evo Kart. Noah Milell (143) correrà con i colori JP Racing, mentre Alberto Cavalieri (129) porterà il team Kosmic anche in KZ2, dopo essere uscito dal team Maranello. Ci sarà anche Riccardo Negro (136), che insieme a Rokas Baciuska (131) affiancherà Alex Irlando (102) nel team Energy Corse, mentre il team Tony Kart si affida alla coppia tutta italiana formata da Alessio Piccini (112) e Luca Corberi (104), mentre il team BirelART schiera Martijn Van Leeuwen (134), Marijn Kremers (117) e Abdullah Al Rawahi (155).

Si corre il terzo e ultimo round del CIK-FIA Academy Trophy targato OTK, dove il favoprito della vigilia è Callum Bradshaw, leader della classifica con un vantaggio di 29 punti sul belga Xavier Handsaeme, che si porta dietro Mads Eielso Hansen, Oliver Clarke e Alfred Nilsson staccati di pochi punti tra di loro.