Mondiale KZ1-KZ2: prefinali ancora nel segno di CRG

Nelle prefinali del Mondiale KZ1-KZ2 di Kristianstad targato CIK-FIA, è ancora una volta CRG a tenere banco, piazzando la prima fila in KZ2 e piazzando Paolo De Conto in pole position nella finale KZ1.

La giornata si è aperta con le prefinali KZ2, di cui la prima è stata pressoché un dominio per i colori CRG, con Pedro Hiltbrand scattato in testa dalla pole che non ha lasciato il comando sino alla bandiera a scacchi. Dietro di lui, il team di Dino Chiesa riesce addirittura a fare doppietta, grazie soprattutto alla rimonta di Max Tubben, che scatta benissimo da metà schieramento e rimonta fino a insidiare Matteo Viganò, al quale prende la piazza d’onore al giro 11. Dietro di loro, buona rimonta per Benjmin Tornqvist che giunge al quarto posto finale, davanti a Paolo Besancenez. Tubben verrà poi penaalizzato di 10 secondi alle verifiche tecniche, cedendo la seconda posizione a Viganò, mentre al quinto posto sale Tom Leuillet.

La prefinale 2, invece, si risolve in partenza e ancora una volta vede un CRG prevalere, quello di Felice Tiene che brucia allo scatto Tommaso Mosca. Dietro di loro, esitazione al via per il Campione europeo Fabian Federer, che però recupera praticamente subito, sino a insidiare nel finale Mosca, mentre dopo un’ottima partenza deve accodarsi John Norris, che conferma la quarta posizione in griglia. Quinto, dopo una brillante rimonta, si piazza la sorpresa Daniel Stell, partito decimo e che in 4 tornate riesce a recuperare ben 5 posizioni.

Nella Academy vittoria non facile, tutt’altro, per Alfred Nilsson, che acciuffa sul traguardo, e in volata, l’affermazione su Elie Goldstein, battendolo per 29 millesimi. Prefinale non positiva, anzi, per Kas Haverkort, che ha vissuto in altalena le prime fasi di gara prima di piazzarsi sul terzo gradino del podio. Tra i suoi avversari, infatti, ci sono stati Szyszko, Bradshaw e Tsukada, autori di buone rimonte e che gli hanno reso la vita difficile. Dietro di loro van Waltsijn, Füngeling, Hansen e Bradshaw a chiudere la top ten.

Prefinale non scontata anche per Paolo De Conto in KZ1, bruciato allo scatto da Marco Ardigò ma capace di riprendere la testa della corsa alla quinta tornata, far segnare il giro record e mettere tra sé e il pilota Tony Kart un margine di sicurezza. Dietro di loro, Lorenzo Camplese non riesce a mantenere il terzo gradino del podio, superato in un giro, il sesto, da Bas Lammers e Davide Forè. Dietro questi tre, da segnalare la rimonta di Leonardo Lorandi, partito addirittura dalla 14. posizione e capace di portarsi al sesto posto nel corso della gara. Va male a Ben Hanley ed Anthony Abbasse, che subiscono nel duello con Lorandi, anche se  comunque recuperano delle posizioni rispetto al via. L’inglese verrà poi penalizzato alle verifiche tecniche, lasciando la posizione al francese, seguito da Jeremy Iglesias e Simo Puhakka, davanti a Stan Pex che chiude la top ten.