Pedro Hiltbrand “iridato” KZ2, CRG cala il poker!

Pedro Hiltbrand porta a casa il trionfo nella International Super Cup 2016 per la KZ2, al comando di un quartetto CRG ai primi 4 posti dela graduatoria finale di Kristianstad. Ma al via il dominio dei kart di Tinini e Dino Chiesa è stato messo in discussione dal “cugino” Tommaso Mosca, che con il suo Maranello ha infilato al via Felice Tiene e poi si è portato all’attacco di Hiltbrand. Dietro di loro, un altro duello tra Matteo Viganò e Fabian Federer. Mosca al secondo giro sferra un altro attacco alla leadership di Hiltbrand, mentre Tiene mantiene la terza posizione. L’attacco di Mosca va a segno al quinto giro, quando conquista il comando della gara, mentre Fabian Federer fa segnare il giro record della gara. Nel duello ha la peggio Tiene, che perde 4 posizioni. Il colpo di scena arriva al nono passaggio, con Tommaso Mosca che si ritira per un problema tecnico e lascia la strada a Hiltbrand, seguito da Fabian Federer. Dietro di loro, si apre il duello tra Viganò e Tornqvist che favorisce il pilota CRG, che guadagna il terzo gradino del podio, al dodicesimo passaggio. Hiltbrand, intanto, legittima la vittoria con 2 giri record alla 13. e 14. tornata mentre Tornqvist sale in terza posizione e Tiene guadagna il quarto posto al 15. giro, guadagnando 2 posizioni, di cui una su John Norris. E’ festa CRG, con Hiltbrand che al 17. passaggio fa segnare il giro record, poi migliorato da Federer e Tiene va all’attacco di Tornqvist, per un poker storico al termine della gara, che Hiltbrand vince davanti a Federer, Tornqvist, Tiene, Viganò, Norris, Leuillet, Besancenez, Stell e Kremers.

(Credit photo: CRG S.p.A.)