Week end infernale per Bosco nel CIK-FIA European Championship

Il pilota Baby Race vittima dei troppi contatti e di un pista eccessivamente probante.

Quello che si è appena concluso è stato sicuramente uno dei week end più complessi della stagione per il giovane talento del Team Baby Race Luca Bosco. In occasione infatti della seconda prova del CIK FIA European Championship il driver italiano ha dovuto lottare oltre modo, così come molti altri piloti, contro una pista che in virtù del suo layout ha messo a durissima prova la meccanica dei kart e il fisico dei piloti. Una serie di esse eccessivamente strette, sulle quali i kart dovevano necessariamente tagliare sui cordoli per poter far segnare crono veloci, è stata infatti la diatriba del week end che ha visto lamentele a gran voce da parte di molti piloti e team manager. Nell’interno week end Bosco, malgrado un nuovo infortunio alla costola post Sarno, ha comunque cercato di mantenere il passo dei migliori facendo segnare buoni tempi nelle prove libere, da lui utilizzate soprattutto per prendere confidenza proprio con il tratto di pista incriminato. Nelle successive qualifiche Bosco faceva segnare un ottimo decimo tempo di gruppo (malgrado l’assale danneggiato nel corso della sessione) che gli consentiva di scattare nono nella prima manche di qualifica nella quale però, a causa di un contatto con Michelotto e Stanek, era costretto al ritiro. Nelle successive manche non andava molto meglio al pilota del team bresciano che chiudeva la seconda in nona piazza dopo un altro contatto di gara, la terza penalizzato dalla caduta del musetto e la quarta in settima posizione. In virtù di questi risultati Bosco non riusciva, anche se per pochissimo, ad avere accesso alla Finale chiudendo anzitempo la sua trasferta spagnola con molto rammarico e molti ematomi a seguito dei colpi subiti sui cordoli.

Luca Bosco: “Questa pista si è rivelata davvero troppo impegnativa fisicamente. Abbiamo danneggiato molti pezzi del kart e tutti i piloti si sono ritrovati a fine week end semi infortunati. In più io sono stato vittima di troppi contatti che mi hanno tolto la possibilità di andare in finale. Peccato perché come passo non eravamo assolutamente lontano dai primi. Sarà per la prossima dove sicuramente correremo in un pista più umana.”

Per Bosco ora un paio di settimane di sosta prima di affrontare la terza tappa del CIK FIA European Championship che si disputerà sul circuito francese di Le Mans (F).

(Credits: PRS Media – Kart Advisor)