WSK Super Master Series round 2: risultati delle batterie

Concluse le batterie, di seguito le griglie di partenza delle prefinali del secondo round della WSK Super Master Series. In 60 Mini, Martinius Stenshorne si aggiudica il primato grazie a 2 penalità che lo proiettano davanti a tutti, superando Timoteus Kuchatrczyk. I due comandano le prime file degli schieramenti delle prefinali, inseguiti da due piloti in rimonta: Andrea Kimi Antonelli e Coskun Irfan, che arrivano a sopravanzare piloti con posizioni ben più avanzate in classifica; li inseguonio, infatti, Marcus Flack e Alexandru Iancu, Gianluca Costantino e Francesco Pulito, Maksimilian Popov e Alexander Gubenko che chiudono la top ten.

Nella OK Junior primato per Gabriel Bortoleto, che accumula le stesse penalità di Gabriele Mini e Paul Aron, ma rimane davanti perchè in qualifica aveva conquistato la pole position. Dietro di loro, Zak O’Sullivan, Evann Mallet, Kirill Smal, Andrey Dubynn, Josè Antonio Gomez Gutierrez, Dino Beganovic e Taylor Barnard.

Nella OK 4 penalità consentono a Nicklas Nielsen di guadagnare il peimato e la pole position della prefinale A davanti a Dexter Patterson, Roman Stanek, poldesitter delle qualifiche, Jonny Edgar, Noah Milell, Callum Bradshaw, Lorenzo Travisanutto, Hugo Sasse, Hannes Janker e Viktor Gustafsson.

In KZ2 percorso netto e conferma della pole position per Marco Ardigò, che firms il tandem Tony Kart con Matteo Viganò, davanti ad Alessandro Giardelli, Giuseppe Palomba, Bas Lammers, Alessio Piccini, Riccardo Longhi, Francesco Iacovacci, Adrien Renaudin e Ciro Millo.