Alex Marquez comanda i test a Jerez

Equilibrio in Moto2 in quel di Jerez. Alex Marquez la spunta nel finale, ma è battaglia con Bagnaia.

Nella giornata finale Alex Marquez è riuscito ad issarsi in prima posizione col tempo mostruoso di 1’40”926. Italia protagonista con Pecco Bagnaia. Il torinese, pilota Ducati Pramac nel 2019, è stato al comando in 5 sessioni, dovendosi però accontentare del  2° crono a 0”334 da Alex Marquez.

è la KTM di Brad Binder, il pilota sudafricano, campione del mondo Moto3; seppur staccato di ben 8 decimi. Positivo il cambio di team per Lorenzo Baldassarri, il marchigiano, passato al team Pons, dopo un disastroso 2017 nel team Forward, è quarto; 9 decimi il suo distacco da Marquez.

Baldassarri precede Xavi Vierge (Dynavolt Intact gp) con un distacco che supera il secondo. Chiudono la top10, il portoghese Miguel Oliveira, a precedere un sempre più convincente Luca Marini passato al team SKY e Mattia Pasini (8°). Nono e decimo i due piloti ‘retrocessi’ dalla MotoGP, Hector Barbera e Sam Lowes.

Bene Isaac Vinales, il cugino di Maverick è 11°.Non benissimo gli esordiendi; Mir (Marc Vds) segue Vinales a 1”283 dalla vetta. Addirittura 23° Fenati (Team Snipers) a 1”642 da Marquez. Bo Bendsneyder è 25° su Tech3 seguito da Jules Danilo (Nashi SAG) in 29° posizione.

Sorprendono Pawi e Lecuona a centro gruppo.

Per quanto riguarda gli altri italiani, troviamo Simone Corsi 15°, in un rinnovato team Tasca; Andrea Locatelli è 25°,Segue Fuligni 30°. Male le Suter di Forward, Manzi chiude 31° a ben 3 secondi dalla vetta, poco meglio Eric Granado 27°.