La pioggia rovina l’ultima giornata di test a Jerez

E’ la pioggia la protagonista della giornata conclusiva dei test Moto2 e Moto3 a Jerez. Poca azione in pista e crono altissimi per entrambe le classi.

MOTO2

Tutte le sessioni dominate dall’asfalto umido, ad emergere è Fabio Quartararo con la Speed Up a fermare il cronometro in 1:45.174, staccatissimi gli avversari, capitanati da Aegerter 2°.

Guardando alla classifica combinata resta il crono mostruoso di Sam Lowes a precedere Iker Lecuona e Brad Binder, insomma i piloti KTM possono dormire sereni per l’inizio di stagione. è Francesco Bagnaia seguito da Xavi Vierge, Alex Marquez e Romano Fenati. 8° Oliveira, seguito da Pasini, Marini e Baldassarri. Male gli altri italiani in vista del Qatar. Simone Corsi è 19° con la Kalex di Tasca, 23° Locatelli. Naufraga ancora nelle retrovie la Suter di Forward: Granado è 25°, seguito da Manzi 27° a quasi 2 secondi dalla vetta. Ultimo Fuligni preceduto anche dall’esordiente Danilo.

MOTO3

Giornata senza alcuna validità anche per la Moto3. Nakarin Atiratphuvapat, è riuscito ad emergere con un guizzo con il crono, seppur alto, di 1:52.808. è Marcos Ramirez seguito da Dennis Foggia e Makar Yurchenko, molto più staccati tutti gli altri.

Interessante invece l’analisi della combinata. Martin chiude in testa in 1:45.945, seguito a ruota dalle altre tre Honda di Bastianini, Canet e Di Giannantonio, più staccato a sei decimi da Martin. Marco Bezzecchi passato al team Prustel, si conferma la migliore KTM (), Alonso Lopez è, seguito da Antonelli, Suzuki, Dalla Porta e Loi. Continua a sorprendere ancora il kazako di casa Cip Makar Yurchenko a circa 1 secondo dalla vetta. Migno è 11°. Deludono Bulega, solo 18°, Foggia 20° e Arbolino addirittura 24° dopo essere stato tra i protagonisti degli scorsi test.