Moto2, Gara: Vince Bagnaia, Marini completa la doppietta Sky Racing Team. Oliveira è 3° e chiude il podio

L'attuale leader iridato allunga ulteriormente sul suo diretto inseguitore, Marini completa la doppietta per lo Sky Racing Team

Francesco Bagnaia conquista anche la prima gara disputata sul Chang International Circuit, al termine di una corsa gestita ancora una volta in modo magistrale da parte dell’attuale leader iridato. Completa la festa il compagno di squadra Luca Marini, che regala la doppietta allo Sky Racing Team, ma soprattutto ulteriori punti al capoclassifica, essendosi messo dietro Miguel Oliveira, 3° al traguardo. Alle sue spalle Brad Binder, seguito da Fabio Quartararo e Mattia Pasini.

Alla partenza scatta bene Lorenzo Baldassarri, che mantiene la prima posizione, seguito da Bagnaia, che al via riesce a guadagnare ben quattro posizioni. In curva 3 Oliveira è terzo, mentre cade Joan Mir, che nella scivolata coinvolge anche gli incolpevoli Marcel Schrotter ed Augusto Fernandez. Pochi metri dopo si toccano Binder ed Alex Marquez, con lo spagnolo che ha la peggio ed è costretto alla rimonta.

Nel frattempo davanti comincia una lotta furibonda tra i due che si giocano il titolo; Bagnaia e Oliveira danno vita ad un duello mozzafiato sorpassandosi continuamente senza esclusione di colpi. Si inserisce nella lotta anche Binder, che durante i continui scambi di posizione approfitta di qualche errore o degli spiragli lasciati aperti dai due piloti. La gara comincia inoltre a perdere alcuni protagonisti: al giro 6 cade Alex Marquez, tre tornate successive è il turno di Lorenzo Baldassarri, dopo avere lottato con Iker Lecuona (il pilota di Pons si è lamentato molto della guida di Iker, ndr).

Si consuma anche un bel confronto per la quarta posizione: Marini e Quartararo danno vita ad un bel confronto che vede il pilota italiano uscire vincitore, incaricandosi inoltre di riagganciare il gruppo di testa. Nello stesso momento è Binder a fare un errore importante, perdendo terreno dalla coppia di testa.

Il momento decisivo arriva a metà gara: Bagnaia firma il giro veloce e cerca lo strappo sulla KTM di Oliveira che riesce, mentre il compagno di squadra del portoghese si ricongiunge e torna sulla coda di Miguel. Pecco riesce ad inanellare una serie di giri rapidi che creano il divario necessario per fuggire dalla coppia dei piloti della casa austriaca, involandosi verso la vittoria finale del Gran Premio.

Le emozioni, tuttavia, non sono finite: Marini, liberatosi di Quartararo, cerca di riportarsi nella lotta per il podio, riuscendo a sorpassare Binder a tre giri dalla fine. A questo punto, per completare l’opera, Luca deve solo sopravanzare Oliveira; l’operazione riesce all’ultimo giro, grazie ad un errore del numero 44 alla curva 3, dove va largo e permette all’italiano di passare. L’alfiere dello Sky Racing Team ringrazia e riesce a difendersi dagli ultimi attacchi delle KTM, regalando la doppietta alla propria squadra.

Vince Pecco Bagnaia, che guadagna ulteriori nove punti nel mondiale sul suo diretto inseguitore, seguito appunto dal compagno di squadra e Miguel Oliveira. Binder è 4°, seguito da Quartararo, Mattia Pasini, Lecuona, Nagashima, Andrea Locatelli, Simone Corsi, Xavi Vierge, Remy Gardner, Joe Roberts, Bo Bendsneyder e Niki Tuuli, ultimo a punti.