Super Baldassarri! Prima vittoria per lui, Rins a -3 da Zarco!


Sarà che oggi Misano dava una carica fortissima, sarà che oggi è l’11 Settembre e la Forward Team ha dedicato la livrea a quel fatidico giorno di 15 anni fa, sarà che volevano dedicare un risultato alle vittime del terremoto di centro Italia… Ma se gli italiani della Moto2 potevano scegliere un Gran Premio dove vincere, hanno scelto proprio quello giusto: Si, Lorenzo Baldassarri vince la prima gara della sua giovane e promettente carriera, vince il Gran Premio di San Marino e diventa il primo italiano a vincere nella categoria intermedia dai tempi di Andrea Iannone(Mugello 2012).

Partenza molto forte dei italiani in gara, con Zarco che mantiene la Pole, ma Baldassarri e Morbidelli subito dietro di lui, con caduta alla seconda curva di Pons e Simeon(poi cadranno anche Pasini e Kent) poi Lorenzo e Franco hanno deciso di attaccare e hanno superato Zarco mentre il gruppo di dietro li stava riprendendo(con Rins, Luthi, Lowes e Nakagami), si era arrivato ad avere 2 italiani davanti a tutti, ma Alex Rins ha visto che il leader attuale del mondiale Johann Zarco era in difficoltà e ha tentato di guadagnare più punti possibili, superando sia Franco che Lorenzo e passando in testa verso metà gara.

Mentre lo spagnolo prova a scappare, Baldassarri è l’unico in grado di tenere il suo passo e tenta di rimanere attaccato il più possibile per attaccare nel finale, Morbidelli invece deve combattere per il podio e l’ha fatto dando carenate e sportellate a piloti esperti come Zarco e Luthi, difendendo molto bene, finché in un testa a testa con l’inglese Sam Lowes alla curva 8 della Quercia, i 2 si toccano e rallentano, con il giapponese Nakagami che ringrazia prendendo il terzo posto; L’italiano perde anche la posizione su Zarco, mentre Lowes prova a riprendere il podio, ma la sua gara finisce all’uscita della curva 15, quando perde l’anteriore ed esce dalla pista; così finiscono probabilmente le chance di vincere il mondiale per il pilota inglese del team Gresini.

Negli ultimi giri è Spagna-Italia. Rins contro Baldassarri. Il 20enne spagnolo contendente al titolo e prossimo pilota Suzuki MotoGP contro il 19enne italiano della scuola di Valentino Rossi che resterà ancora un anno in Moto2, ma prossimo anche lui(speriamo) a fare il salto nella classe regina. A pochi giri dalla fine, Baldassarri decide di attaccare e sorpassa Rins, prendendosi la testa della classifica; la lotta è serrata fino all’ultimo giro, dove al Curvone lo spagnolo prova ad impostare per il contro-sorpasso, ma sbaglia, va largo e decide le sorti della gara.

È quindi una grandissima vittoria per Lorenzo Baldassarri e per il team Forward Racing, ma può essere una piccola vittoria anche il secondo posto per Alex Rins che andrà ad Aragon con soli 3 punti di ritardo in classifica da Zarco, in un mondiale che qualche mese fa sembrava già scritto. Terzo posto per Nakagami, quarto Zarco, quinto un comunque buonissimo Franco Morbidelli, a mettere 2 italiani nei primi 5, sesto Tom Luthi, settimo posto per il buon Syahrin, ottavo posto per Folger, Cortese e Alex Marquez a chiudere la top 10,  Luca Marini va in zona punti con la tredicesima posizione, 16o Pasini dopo una caduta e 18o Fuligni condizionato dai problemi alla schiena.