Moto3, Gara: Arbolino beffa ancora Dalla Porta, ma quanti colpi di scena!

Seconda vittoria in stagione per Tony Arbolino che strappa ancora una volta il successo a Dalla Porta sul finale in una gara con tantissimi colpi di scena tra cadute, problemi meccanici e penalità!

Tony Arbolino si porta a casa il secondo successo stagionale in una gara dove è successo di tutto! Il pilota del team Snipers strappa ancora una volta la vittoria a Lorenzo Dalla Porta sul finale dopo un bellissimo duello all’ultimo giro dove Tony ha portato l’attacco decisivo alla curva 14 non lasciando scampo a Dalla Porta. Il numero 14 ha sfruttato al meglio la prima fila ed è rimasto nel gruppo di testa per tutta la gara evitando contatti e incidenti. Fantastico weekend per Arbolino dopo un fine settimana sfortunatissimo a Barcellona dove è stato costretto a ritirarsi per un problema tecnico!

Niente da fare ancora una volta per Lorenzo Dalla Porta beffato sul finale per 45 millesimi di secondo; il pilota del team Leopard è stato bravo a gestire una gara che lo ha visto anche uscire dalla top 10 nei primi giri, ma l’italiano ha risalito velocemente la china con tantissimi sorpassi tornando sul gruppo in lotta per la vittoria. Il numero 48 non è riuscito a sfruttare il piccolo vantaggio che si era venuto a creare su Arbolino, che ha ricucito lo strappo grazie ad uno straordinario penultimo giro e ha attaccato il connazionale in curva 14. Nonostante tutto, Lorenzo può essere soddisfatto del fine settimana avendo recuperato tantissimi punti su Aron Canet, terminato 12°, e i punti che separano i 2 adesso sono solamente 7!

Finale da pelle d’oca invece per Jakub Kornfeil che ha avuto anche la chance di uscire vittorioso ma è stato penalizzato con un long lap penalty negli ultimi giri a causa di un taglio all’ultima variante! Il pilota ceco è stato così forzato ad effettuarlo a due giri dalla fine riuscendo comunque a rientrare in 3° posizione difendendo in maniera egregia l’ultimo gradino del podio.

4° posizione per Gabriel Rodrigo che ha provato di tutto per attaccare Kornfeil, mentre John McPhee ha chiuso appena dietro, con Ai Ogura 6°. Anche Marcos Ramirez ha cercato in ogni modo di replicare il podio di Barcellona ma i suoi attacchi non sono andati a buon fine, mentre Niccolò Antonelli ha tagliato il traguardo in 8° posizione dopo essersi autoinflitto un long lap penalty nelle prime parti della gara.

Gara sfortunata per Jaume Masia, al secondo 0 di fila, questa volta a causa di un problema meccanico, mentre Darryn Binder ha rovinato ogni chance di vittoria finendo a terra a pochi giri dalla conclusione. Finale disastroso anche per Celestino Vietti, Kaito Toba, Tatsuki Suzuki e Raul Fernandez; il giapponese dell’Honda Asia Team è stato vittima di un piccolo contatto con Marcos Ramirez ed è scivolato coinvolgendo anche Vietti, Suzuki e Fernandez.