Moto3, WUP: Bezzecchi comanda, ma quante penalizzazioni!

Il warm up di Moto3 verrà ricordato non tanto per il risultato finale dello stesso quanto per le penalità inflitte ai piloti in griglia. E’ servita tutta la notte a quanto pare alla direzione gara per infliggere le punizioni, causate dal fatto di avere rallentato molto per aspettare la scia ieri in qualifica. Almeno 15 i piloti retrocessi in griglia, si attendono tutti i nomi per fare un quadro completo.

Tra questi ci sono intanto il nostro Marco Bezzecchi, 1° nella sessione della mattina, costretto a retrocedere di dodici posizioni. Stessa sorte per il 2° classificato di questo warm up, Enea Bastianini. Lo segue il compagno di squadra Lorenzo Dalla Porta, sia nel turno che nella penalizzazione. Entrambi i piloti di Leopard infatti dovranno scalare anche loro di dodici posti sulla griglia.

Non è andato meglio a Tony Arbolino, 5° al mattino, obbligato pure lui a perdere le sue dodici caselle. Più bravo e fortunato è stato Fabio Di Giannantonio; al box la strategia ha funzionato e il pilota romano non ha preso alcuna penalità. Anche il compagno di squadra, Jorge Martin, 9° nel warm up, è salvo. Segno che la tattica del box Gresini ha lavorato alla perfezione.

Gli altri penalizzati di dodici posizioni sono Nicolò Bulega, 12° nel warm up, e Raul Fernandez, che ha chiuso 17° la sessione mattitutina.

E’ andata peggio a Dennis Foggia e Andrea Migno, 12° e 18° al termine del warm up, penalizzati ancora più duramente rispetto ai colleghi. Il pilota dello Sky Racing Team dovrà partire dalla pit lane, mentre Migno dal fondo dello schieramento. Stesso trattamento per Niccolò Antonelli, 10° nel turno del mattino, che dovrà scattare dall’ultima posizione.

Nessun tempo per Jaume Masia, vittima di una caduta ad inizio sessione. Forte la botta presa dallo spagnolo di cui si aspettano di conoscere le condizioni per la gara. Brutta sberla anche per Kaito Toba, uscito in barella a fine warm up.