MotoGp, Pagelle GP Le Mans: Marquez cannibale, Petrucci salva la Ducati. Bagnaia impeccabile; festeggia Arenas

Anche quest’anno lo storico circuito francese ha regalato gare emozionanti, senza esclusione di colpi e con tante polemiche, soprattutto per quel che riguarda la minima cilindrata.

MOTOGP

  • Marc Marquez, voto 10: Il pilota Honda è stato nuovamente in grado di sfruttare le difficoltà dei suoi più diretti avversari per portarsi a casa l’ennesima vittoria. Nonostante il suo passo gara non fosse irresistibile, è riuscito lo stesso a contenere fino al traguardo un velocissimo Danilo Petrucci. La vittoria di oggi lo proietta ancora più in alto in classifica, staccando così, dall’alto dei suoi 95 punti, di ben 36 Vinales.
  • Danilo Petrucci, voto 9.5: La salvezza di casa Ducati oggi si chiama Danilo Petrucci. Il ternano del team Alma Pramac ha strappato una fantastica seconda piazza in gara, dopo l’altrettanto ottima qualifica. Il risultato odierno lo proietta sempre più vicino alla promozione nel team ufficiale, resta da attendere la decisione di Ducati.
  • Valentino Rossi, voto 7.5: Viste le difficoltà di Yamaha, il risultato di ‘Vale’ è certamente positivo e fa ben sperare per la gara di casa al Mugello, ma urgono miglioramenti soprattutto per quel che riguarda il giro secco e quindi la qualifica.
  • Jack Miller, voto 9: Jack si dimostra ancora una volta perfettamente a suo agio in sella alla GP17, arrivando persino ad insidiare la zona podio. La sua costanza lo proietta al sesto posto nella classifica iridata dimostrando inoltre di poter lottare costantemente con i big.
  • Dani Pedrosa, voto 6.5: Il dominio di Marquez oscura nuovamente il buon Dani che in sella alla Honda appare ancora una volta arrendevole, puntando solamente alla conclusione di una gara piuttosto anonima.
  • Jorge Lorenzo, voto 6.5: Il maiorchino è protagonista dell’ennesima gara da gambero: velocissimo nelle prime battute, svernicato da tutti nel finale. La Ducati parrebbe non essere la moto adatta a lui e la Suzuki chiama, ma serve fare di più.
  • Maverick Vinales, voto 5.5: I turni di libere lasciavano trapelare buone sensazioni per il pilota spagnolo, ma ancora una volta Maverick è stato protagonista di una gara incolore ai margini della top10, raddrizzata solo nel finale.
  • Cal Crutchlow, voto 7: Si presenta al via dolorante, reduce dal terribile volo di ieri. Cal però stringe i denti e non si risparmia chiudendo con un discreto 8° posto.
  • Aleix Espargarò , voto 7: Una buona top10 per il pilota Aprilia, che riscatta così un inizio di stagione non particolarmente facile.
  • Alex Rins, voto 6: Rispetto ai precedenti appuntamenti è protagonista di un weekend davvero difficile, nonostante tutto riesce ad incassare qualche punto davvero utile per risollevarsi in classifica e a compiere una gara solida, differentemente dal suo compagno di squadra, caduto al primo giro.
  • Andrea Dovizioso, voto 4: Il forlivese getta al vento una possibile vittoria a causa di un banale errore occorso nelle prime fasi di gara. Il campionato è ancora lungo, le gare sono ancora tante, ma errori del genere non sono ammessi per un pilota in lotta per il titolo.

 

 

MOTO2

  • Francesco Bagnaia, voto 10: Non c’è molto da dire per quel che riguarda la gara di Pecco. Il futuro pilota Alma Pramac è stato protagonista di una gara impeccabile nel quale non ha commesso la minima sbavatura. E’ presto per parlare di mondiale, ma al momento la leadership è saldamente nelle sue mani.
  • Alex Marquez, voto 8: Ancora una volta riesce a farsi soffiare la vittoria da Bagniaia, ma oggi l’italiano era imbattibile ed Alex ha fatto quel che poteva.
  • Joan Mir, voto 10: Primo podio stagionale per il rookie spagnolo, nonché campione del mondo in carica Moto3. Joan ha messo in mostra un passo gara incredibile, compiendo una gara tutta all’attacco.
  • Marcel Schrotter, voto 8: Ottima gara per il pilota tedesco del team Dynavolt Intact, velocissimo per tutto il fine settimana qui a Le Mans.
  • Xavi Vierge, voto 9,5: Partito dal fondo dello schieramento a causa di noie tecniche, è riuscito a risalire fino al 5° posto finale, recuperando quasi 30 posizioni.
  • Lorenzo Baldassarri, voto 4: Brutto errore per Lorenzo, scivolato al primo tornantino mentre si trovava ampiamente in top10. La stagione è lunga ed avrà occasione di rifarsi già a partire dalla prossima gara al Mugello.

 

MOTO3

  • Albert Arenas e Andrea Migno, voto 9: Doppietta inaspettata per i piloti dell’Angel Nieto team, balzati in testa alla classifica finale grazie a penalizzazioni e cadute dei concorrenti, con lo spagnolo a precedere l’italiano.
  • Marcos Ramirez, voto 9: Così come successo a Jerez, Marcos si è portatato a casa un podio più che a sorpresa. Nonostante tutto è stato protagonista di un buon weekend in sella alla KTM ottimamente preparata dal team di Caponera.
  • Fabio Di Giannantonio, voto 9.5: Vittoria negata per il romano del team Gresini che dopo aver tagliato il traguardo in prima posizione, si è visto comminata una penalizzazione di 3 secondi per taglio di una chicane. L’argomento ha suscitato molte polemiche, dato che Fabio aveva rallentato notevolmente senza alcun guadagno a livello cronometrico, ma nulla si può contro la direzione gara.
  • Marco Bezzecchi, voto 7: Grandissima gara per Marco che ancora una volta ha dimostrato di poter andar forte su qualsiasi tracciato. Resta il rammarico per l’errore all’ultima curva nella quale ha travolto anche l’incolpevole Martin.
  • Jorge Martin, voto 9: Ennesima gara super per Martin, falciato nel finale da Bezzecchi mentre occupava la seconda posizione.