Cadute e scivolate nella FP3 Aragon da Marquez(1o) a Rossi(9o)


Tutti giù per terra: queste potrebbero essere le 4 parole per rappresentare le FP3 ad Aragon, con il circuito che gommandosi e scaldandosi è diventato una vera trappola per i piloti, troppi vulnerabili con le gomme Michelin, con la casa francese che è in preallarme, in attesa dell’evolversi della situazione.
Dunque cadono tutti: Da Valentino Rossi a Pol Espargaro, dallo sfortunatissimo Danilo Petrucci(centrato dallo spagnolo della Tech 3 mentre stava rientrando in pista) al leader del campionato Marc Marquez, fino a Nicky Hayden, che è stato fortunato a non essere centrato da Marquez e Pol(2 volte è caduto in questa FP3).

Per quanto riguarda i tempi finali, il primo posto è della Repsol Honda di Marquez, seguita dalla Honda LCR di Crutchlow e dalla Suzuki di Vinales, poi i qualificati in ordine: Lorenzo, Aleix Espargaro, Pedrosa, Redding, Dovizioso, Rossi e Pol Espargaro; niente da fare quindi per le Ducati di Petrucci, Pirro e Barbera, che dovranno fare la Q1 insieme alle Aprilia di Bradl e Bautista e ai vari Alex Lowes e Nicky Hayden.