Diamo i numeri per l’#Aragon GP: Marquez inarrestabile, Morbidelli e Mir perfetti!

Il Motomondiale in questa 14° tappa al Motorland Aragon ci ha regalato grandi battaglie e grandi emozioni. Le classifiche hanno preso una direzione in tutte tre le classi ma se nella Moto3 i giochi sono quasi fatti, è ancora tutto da decidere in Moto2 e MotoGP. Vediamo dunque le pagelle di questo terzo weekend spagnolo della stagione.

MotoGP

Marc Marquez: 10 Era il favorito in questo weekend e non ha fallito l’appuntamento con la vittoria. Dopo la caduta e il 5° posto in qualifica si è risollevato con una gara “in stile Marquez”, prima rischiosa con sorpassi al limite e poi più ragionata con un dominio finale imbarazzante. Scappa a +16 nel mondiale su Dovizioso e anche Vinales è più lontano. Solo lui può perdere il campionato ora.

Daniel Pedrosa: 9 Grandissima gara dello spagnolo dopo una qualifica non all’altezza. Dani rimonta fino alla 2° piazza con un gran passo senza riuscire a prendere il suo compagno Marquez. Una grande iniezione di fiducia in vista del trittico asiatico!

Jorge Lorenzo: 9 Finalmente una bel GP per il maiorchino in sella alla Ducati. Sempre in testa per 2/3 di gara prima di essere assorbito e superato dalle due Honda HRC. Riuscirà a ripetere questa prestazione anche a Motegi?

Rossi-Aleix Espargaro: 8 Weekend spettacolare per i due piloti per motivi diversi. Valentino con una gamba rotta è riuscito dopo l’incredibile 3° posto in qualifica a stare coi primi tutta la gara e a chiudere 5°. Lo spagnolo invece ha portato l’Aprilia in 6° piazza con una prova sontuosa. Vedremo nel trittico come si comporterà!

Vinales-Dovizioso: 5 Gara da dimenticare sia per lo spagnolo che per l’italiano. Il primo, partito in pole, si sveglia solo nella seconda parte di gara e arriva 4° poco davanti a Rossi. Il secondo arriva solo 7° in una gara molto complicata e difficile soprattutto nella seconda parte. Vedremo se saprà risollevarsi a Motegi.

Gli altri: Buona top ten per Bautista, Zarco e Pol Espargaro che porta in alto la KTM. Bene anche Kallio 11° sempre su KTM mentre Iannone è 12° con un altro weekend negativo. Male Petrucci solo 20° e Crutchlow che è caduto.

Moto2

Franco Morbidelli: 10 Il “Morbido” è stato semplicemente perfetto facendo una gara al comando da subito e vincendo la battaglia contro Pasini con sorpassi al limite negli ultimi giri. Ora è a +21 su Luthi a 4 GP dalla fine, riuscirà a conquistare il titolo?

Pasini-Oliveira: 9 Ottima prova per entrambi. Il “Paso” lotta come un leone fino all’ultima curva con Morbidelli e conquista comunque un grande 2° posto. Il portoghese recupera piano piano il distacco dai primi due durante la gara con un gran passo ma non va oltre il 3° posto. Sicuramente entrambi saranno protagonisti a Motegi!

Gli altri: Luthi è solo 4° e perde punti preziosi da Morbidelli. Ottime invece le prestazioni di Binder, Navarro e Corsi che giungono davanti a un non brillantissimo Nakagami. Buona top ten per Cortese e Bagnaia, mentre Baldassarri e Manzi finiscono in zona punti. Peccato per Alex Marquez, ritiratosi per problemi all’anca dopo l’infortunio di Misano. Vedremo se migliorerà nel trittico asiatico!

Moto3

Joan Mir: 9 Ha vinto sì la sua 8° gara in stagione (nessuno ci era mai riuscito in Moto3) ma è stato molto scorretto e pericoloso con le manovre nel rettilineo all’ultimo giro che gli sono costate solo 6 posizioni di penalità per Motegi. Ormai ha vinto il titolo visto i risultati dei suoi avversari, le ultime gare per lui saranno solo accademia.

Di Giannantonio-Bastianini: 9 Stesso voto di Mir per i due italiani che hanno fatto una gara sensazionale. Senza la scorrettezza dello spagnolo il primo avrebbe potuto vincere ma nonostante questo c’è poco da rimproverare ai due dopo questa gara. Ci riproveranno senz’altro nel prossimo round in Giappone.

Gli altri: Martin e Canet fanno sempre gara di testa senza però avere l’acuto finale per salire sul podio. Bene McPhee, Ramirez e soprattutto la wild-card Foggia, autore di un ottimo weekend. Male Fenati solo 10°, a punti Migno 11° in rimonta e Bulega 14°. Male gli altri azzurri, specialmente Antonelli.

Malissimo la direzione di gara che si merita un bel 4 per la decisione insensata presa su Mir. Lo spagnolo doveva essere sanzionato e arretrato in questa gara, non a Motegi, dove tra tre settimane partirà il trittico asiatico in cui ci sarà senz’altro grande spettacolo!