Dovizioso: “Marquez è umano, giù il cappello per Rossi”

Il leader della MotoGP si espone sui suoi due rivali per la lotta al titolo

Andrea Dovizioso è pronto a riprendere la stagione della MotoGP da leader del mondiale. Il forlivese, dopo il 4° posto conquistato in Texas, arriva a Jerez in testa al campionato con 54 punti. Il pilota Ducati ha al momento tre lunghezze di vantaggio su Valentino Rossi, 2° nel mondiale e nove sul campione in carica Marc Marquez, quarto in classifica dopo la caduta di Austin.

Dovizioso parla proprio dei suoi due rivali in un’intervista sul Corriere dello Sport. “Anche Marquez è umano, ma sembra commettere più errori quando è davanti piuttosto che quando insegue.”, spiega Andrea. “Di fronte a Rossi mi levo il cappello, io non continuerò in MotoGP fino a 40 anni come lui. Ognuno vive la vita a modo proprio, Rossi è disposto a lottare con i giovani e oggi è in lotta per il mondiale.”

Adesso per questi tre piloti ci sarà Jerez settimana prossima per cominciare il lungo tour europeo del motomondiale. Ed il leader del campionato punta a far bene già da subito. “Non vedo l’ora di tornare su quelle piste.”, aggiunge Dovizioso. “In passato Jerez era un incubo, come Valencia. L’anno scorso ho vinto a Valencia, ora siamo migliorati e so che posso essere competitivo a Jerez. All’inizio dello scorso anno non avevo questo feeling, sono felice per le sensazioni ricavate da queste prime gare.”

About the Author

Andrea Mattavelli
Nato a Gallarate (Varese), classe 1995, appassionato di corse e del motorsport dall'epoca Schumacher-Ferrari. Cresciuto con la Formula 1, ora appassionato di tutte le varie categorie dell'automobilismo (inclusa la Formula E) ;)