Franco Morbidelli: “Dovrò imparare da Rossi, non mi spiegherà più le cose come prima.”

Franco Morbidelli è pronto per affrontare la sua stagione di debutto nella MotoGP. L’italo-brasiliano, campione uscente della Moto2, è stata la prima scommessa vinta della VR46 Academy, la ‘scuola’ del ‘Dottore’ di Tavullia per i giovani piloti italiani. Franco è stato ospite di Estrella Galicia a Madrid per un evento alla quale hanno partecipato anche Marc Marquez e Joan Mir. Il pilota romano della Marc VDS ha dunque raccontato le sue sensazioni per il passaggio dalla classe di mezzo alla classe regina del motomondiale.

“Nella Moto2 la costanza è importante.” – ha dichiarato Franco Morbidelli a Mundodeportivo.com“Una delle chiavi è rimanere davanti in ogni gara. Arrivare in MotoGP è meno stressante conoscendo la squadra. Sono stati bravi, nei primi 2 test sono migliorato poco a poco con il mio team. E’ importante imparare a guidare bene in questi test. Devo imparare dai grandi della categoria. E anche prepararmi bene per le prime gare. Sarà il mio primo anno in MotoGP, dovrò migliorare e imparare lungo il campionato. Non sappiamo in quale posizione siamo in questo momento, ma tra 4/5 gare lo sapremo.”

Arriva puntuale quindi la domanda su Valentino Rossi, 9 volte iridato che gli ha fatto da maestro nel corso di questi anni: “Lo conosco da quando avevo 13 anni. Da quel momento mi sono allenato con lui e mi ha insegnato molto. Ora però saremo rivali e mi lascierà andare da solo. Devo imparare da lui, non mi spiegherà più le cose come prima. Come c’è un Marquez in Spagna, c’è un Valentino in Italia. E’ impossibile essere come loro, cercherò di scrivere la mia storia.”