Il libro del Motomondiale 2017. Circuiti da scoprire. Capitolo 17: Sepang, Malesia

Eccoci tornati alla rubrica sui circuiti del Motomondiale 2017!

La stagione è ormai al termine e il Motomondiale è arrivato al penultimo round dell’anno che si terrà sul circuito di Sepang. Il tracciato malese è stato inaugurato nel 1998 e ha ospitato oltre al Motomondiale anche F1 e Superbike. La pista è lunga 5543 metri e conta di 15 curve. Andiamo perciò a conoscerne le caratteristiche tecniche.

La partenza e il traguardo sono gli stessi e sono lontani dalla curva 1. Infatti il rettilineo di partenza è molto lungo e si arriva con altissima velocità alla prima curva del tracciato, che è un tornante lungo a destra che si fa tutto vicino al cordolo. Poi i piloti effettuano un secco cambio di direzione per affrontare la curva 2 a sinistra. All’uscita della 2 i piloti affrontano la veloce curva 3 a destra dove finisce il T1 e comincia il T2.

Il secondo settore inizia con un breve allungo che porta dalla 3 alla 4 a destra, una curva insidiosa a 90° dove si sono visti molto sorpassi. All’uscita della 4 si arriva a un tratto della pista formato da due curve lunghe e veloci, la 5 a sinistra e la 6 a destra che si effettuano facendo un rapido cambio di direzione. Il breve allungo dopo la 6 porta alla fine del T2 e all’inizio del T3.

Il terzo settore è il più lungo e tecnico della pista ed inizia con le curve 7 e 8 entrambe a destra e da raccordare quasi come un’unica curva. Dalla 8 si esce sul cordolo per affrontare un breve rettilineo che porta alla staccata secca della 9 a sinistra, dove vediamo si vedono spesso sorpassi. All’uscita della 9 si affrontano due curve a destra, la 10 più spigolosa e la 11 più rotonda, ricordata soprattutto per l’incidente mortale del compianto Marco Simoncelli nel 2011. Da qui si spalanca il gas per andare ad affrontare la rapida curva 12 a sinistra, dove in uscita finisce il T3 e comincia il T4.

L’ultimo settore è formato solo da tre curve. Le prime due, la 13 e la 14, sono entrambe a destra, con la prima molto stretta e la seconda più tonda. Quest’ultima si spigola solo in uscita per affrontare il lungo rettilineo opposto ai box che porta alla staccata violenta dell’ultima curva, la 15, che è un tornante a sinistra simile alla curva 1. Da qui poi si esce forte per arrivare sul traguardo del circuito malese di Sepang.

In questo penultimo weekend dell’anno ci aspettiamo grandi gare soprattutto in Moto2 e MotoGP, con la Moto3 che non ha più nulla da dire visto il titolo conquistato da Mir in Australia. Vedremo se i Mondiali delle altre due classi saranno decisi in Malesia o se dovremo aspettare la gara di Valencia. In ogni caso godetevi per la penultima volta lo spettacolo del Motomondiale 2017!