Katsuyuki Nakasuga, wildcard da podio

Valencia 2012, il giapponese compie l’impresa

Quella che vi raccontiamo oggi è la storia del giapponese Katsuyuki Nakasuga, pilota Yamaha nella top class JSB1000 (All Japan Superbike), il campionato Superbike nazionale del Giappone.

Recordmen di campionati nazionali vinti (ben sei tra 2008 e 2015), Nakasuga è il collaudatore ufficiale, nonchè prima scelta da wildcard, del team di Iwata nella classe regina, grazie ai risultati conseguiti, da sostituto, in sella alla M1 in MotoGP.

L’ultimo importante successo in ordine cronologico di “Kats” è il trionfo nella 8 ore di Suzuka del 2015, durante la quale il campione giapponese è stato affiancato da Pol Espargaro Bradley Smith nel team Yamaha. Vittoria tanto attesa da Nakasuga, che nel 2012 e nel 2013 era stato polemen, non conseguendo però, in entrambi i casi, la vittoria finale.

L’originario di Fukuoka, ha esordito nel motomondiale (classe 250) da wildcard a Motegi, al Gran Premio del Pacifico nel 2002, dove ha ottenuto i suoi primi quattro punti iridati grazie al dodicesimo piazzamento finale. Prenderà parte, nel 2003 e nel 2004, al Gran Premio del Giappone, non ottenendo però alcun punto.

Nella stagione 2011, sostituisce l’infortunato Jorge Lorenzo nel Gran Premio della Malesia (cancellato a causa della morte di Simoncelli) ed in quello della Comunità Valenciana, dove si è classificato sesto ed ha ottenuto dieci punti iridati.

Anche nel 2012, Nakasuga, corre due gare nella classe regina: in Giappone e nella Comunità Valenciana. Nel GP di casa termina la corsa al nono posto, ottenendo sette punti, mentre in terra spagnola, il pilota del Sol Levante compie l’impresa arrivando secondo ed ottenendo il suo primo podio in MotoGP, l’ultimo di un pilota giapponese nella classe regina.

Il miglior risultato della sua carriera, conseguito al Circuito Ricardo Tormo di Valencia, arrivò al seguito di una gara bagnata e piena zeppa di ritiri, con Nakasuga arrivato secondo alle spalle di Dani Pedrosa. Sul gradino più basso del podio, invece, c’era l’australiano Casey Stoner.

L’ultima apparizione di Nakasuga in classe regina risale alla scorsa stagione, dove al GP del Giappone a Motegi, si è classificato undicesimo ed ha ottenuto i suoi ultimi cinque punti iridati.