Le parole dei protagonisti della MotoGP alla vigilia del GP di Francia!

Il quinto appuntamento stagionale fa tappa in Francia, a Le Mans; con quattro piloti nello spazio di nove punti la lotta è più serrata che mai e non si può mollare un centimetro

Alzi la mano chi avrebbe pronosticato un inizio di mondiale simile con quattro piloti nello spazio di appena nove punti nella classifica iridata. Lo scenario è di quelli paridisiaci e la lotta è quindi più viva che mai, con Marc Marquez, Alex Rins, Andrea Dovizioso e Valentino Rossi pronti a darsi battaglia a Le Mans.

La classica conferenza stampa ha visto protagonisti il leader del mondiale nonché ultimo vincitore Marc Marquez, i due piloti finiti sul podio a Jerez, Maverick Vinales e Alex Rins, oltre ai beniamini di casa Johann Zarco e Fabio Quartararo, e Andrea Dovizioso, attualmente 3° nel mondiale.

A prendere la parola per primo è stato l’attuale campione del mondo: “Il GP di Jerez è stato importante ma adesso abbiamo un’altra gara. I 25 punti sono stati importanti ma non guardiamo alla classifica per il momento. Nei test siamo stati competitivi e provato un po’ di cose. Adesso abbiamo di fronte una pista stop&go ma dovremo affrontarla con la stessa mentalità”.

Rins e Suzuki non detengono un grande record sul circuito francese, ma i progressi mostrati dall’inizio della stagione fanno ben sperare e credere che la coppia sarà competitiva anche a Le Mans: “La stagione è cominciata bene e durante i test abbiamo provato alcuni aspetti come il forcellone e lo spoiler. Ci sono state buone soluzioni, ma non arriveranno per questa gara. Quando arrivi in MotoGP pensi che i test siano noiosi, ma poi non diventano un problema, specie quando lotti per le prime posizioni”.

Dopo il ritorno sul podio in una pista negli ultimi anni ostica per Yamaha, Maverick Vinales vuole confermare gli step in avanti su un tracciato storicamente amico: “Jerez ci ha dato molta confidenza, siamo migliorati nella prima parte di gara e nei test abbiamo avuto la conferma delle sensazioni di domenica. Abbiamo faticato un po’ nelle prime gare, ma siamo migliorati nei test e penso che potremo lottare per il podio”.

Grande voglia di riscatto per Andrea Dovizioso, fuori dal podio nelle ultime due gare e reduce da un GP di Francia del 2018 nel quale è scivolato mentre si trovava in testa alla corsa: “Il livello di tutte le moto è molto simile, nonostante le caratteristiche diverse e gli stili di guida differenti. Molto dipende dal layout del tracciato. Il campioato è aperto e dovremo trovare soluzioni per continuare a lottare. Mi aspetto di essere più veloce rispetto a Jerez. Per lottare per il podio e la vittoria dovremo essere veloci fin dal venerdì”.

Archiviata la delusione di Spagna dove Fabio Quartararo aveva per le mani un podio prima che un problema meccanico lo fermasse, il francese in terra di casa sogna in grande: “Non mi aspettavo di fare la pole a Jerez. In gara dopo le difficoltà dei primi giri mi sono trovato bene e riuscivo a seguire Marquez. Alla fine è stato un buon fine settimana, anche se alla fine è successo quello che è successo. Il supporto dei fans è stato pazzesco, ma dobbiamo rimanere concentrati”.

Tante le difficoltà invece in questo inizio di stagione per Johann Zarco, il quale darà ovviamente tutto quello che potrà per un buon risultato: “Riceveremo sicuramente tanta energia dai tifosi. Il supporto che stiamo ricevendo in generale è grandioso nonostante un inizio difficile. A Jerez abbiamo provato alcune cose; essere in questo stato non è semplice, ma stiamo testando tutto quello che possa migliorare la moto. Dovremo tenere d’occhio il meteo”.