Il libro del Motomondiale 2017. Circuiti da scoprire. Capitolo 13: Misano, Italia

Eccoci tornati alla rubrica sui circuiti del Motomondiale 2017!

Dopo il weekend inglese di Silverstone i piloti tornano per la 2° volta in Italia in questo Motomondiale per uno degli appuntamenti più attesi della stagione, ovvero Misano.

Il “Misano World Circuit Marco Simoncelli” ospita quindi il 13° round del Motomondiale. Il circuito è stato inaugurato nel 1972 e nel corso degli anni è stato modificato più volte. Adesso è lungo 4226 metri e conta di 15 curve e si percorre in senso orario mentre in passato si percorreva il tracciato in senso antiorario. Andiamo ora a scoprire le caratteristiche tecniche di questa pista.

Il rettilineo di partenza ed arrivo è abbastanza breve e dopo lo start c’è subito la prima variante denominata Variante del Parco, una destra-sinistra-destra molto rapida nella 1, più stretta nella 2 e di nuovo veloce nella 3. Poi c’è una brevissima accelerazione che porta alla difficile staccata della Rio (la 4 a destra) dove si sorpassa spesso. Subito dopo c’è un’altra curva a destra, la 5, seguita dalla 6 a sinistra dove troviamo la fine del T1 e l’inizio del T2.

Il secondo settore della pista è molto veloce rispetto al primo che è il più tecnico e lento del tracciato. Infatti c’è un lungo rettilineo dopo la 6 che porta alla famosa curva della Quercia (la 7 a sinistra), molto difficile perché in leggera discesa e spesso teatro di sorpassi. Lo è anche la curva del Tramonto che segue (8 e 9 entrambe a destra) subito dopo un breve rettilineo in uscita dalla Quercia. Qui finisce il T2 e comincia il T3.

Il terzo settore è il tratto più rapido della pista. In pratica consiste in un lungo rettilineo in uscita dal Tramonto dove si mettono tutte le marce sino ad arrivare a curve molto veloci tutte a destra, ovvero la 10, la 11 e la 12, in cui però piano piano si decelera. Dopo la 12 c’è un brevissimo allungo che porta alla difficilissima staccata della 13, dove finisce il T3 ed inizia il T4.

L’ultimo settore della pista comprende 3 curve. La prima è la 13 a destra denominata curva del Carro ed è un rampino complicato per i piloti in cui si vedono però tanti sorpassi. All’uscita della 13 troviamo subito la 14 a sinistra denominata Misano 1, poi breve allungo che porta alla Misano 2 (la 15 a sinistra) che è l’ultima curva del tracciato. Da qui infatti si esce forte sul cordolo per poi tagliare il traguardo.

Questo quindi è il circuito di Misano, un circuito di casa per molti piloti italiani delle tre classi. Uno degli azzurri mancherà causa infortunio, ovvero Valentino Rossi, ma siamo sicuri che gli altri italiani ci regaleranno grandi emozioni in questo fantastico appuntamento di inizio settembre del Motomondiale 2017!