Il libro del Motomondiale 2017. Circuiti da scoprire. Capitolo 16: Phillip Island, Australia

Eccoci tornati alla rubrica sui circuiti del Motomondiale 2017!

Dopo il primo round del trittico a Motegi, il Motomondiale si sposta in Australia sul circuito di Phillip Island per la 16° e terzultima tappa di questa stagione. Il tracciato australiano è stato inaugurato nel 1956 ma il Motomondiale ha iniziato a correrci solo nel 1997. La pista è lunga 4448 e conta di 12 curve. Andiamo perciò a conoscerne le caratteristiche tecniche.

La partenza e il traguardo sono nello stesso punto differentemente da altri circuiti. Il primo settore è composto da due sole curve, molto belle e molto veloci. La prima è la Doohan Corner, una curva a destra molto rapida in leggera discesa che arriva dopo il lungo rettilineo del tracciato, detto Gardner Straight. Dopo la 1 si effettua un veloce cambio di direzione per affrontare la curva 2 a sinistra (Southern Loop), che è un tornante da affrontare lento in entrata e rapido in uscita per spalancare il gas sul cordolo e concludere il T1.

Il secondo settore comincia con la velocissima Stoner Corner (la 3 a sinistra) dove è importante tenere una traiettoria più interna possibile per affrontare la difficile staccata della 4 a destra (la Honda Corner). Da qui inizia il tratto misto della pista che prosegue con la semi-curva 5 a destra e il tornante Siberia (la 6 a sinistra). all’uscita dell tornante si conclude il T2 ed inizia il T3.

Il terzo settore è molto spettacolare e veloce ma allo stesso tempo tecnico. Inizia con la veloce curva 7 a sinistra seguita dall’altrettanto rapida 8 a destra. Poi si effettua velocemente un altro cambio di direzione per affrontare in salita la difficile curva 9 a sinistra (la Lukey Heights). Questa è una curva lunga che termina in discesa dove finisce il T3 e comincia il T4.

L’ultimo settore conta di 3 curve. La prima è la 10 a destra, molto difficile perché è in discesa e si arriva dalla lunga curva 9. Subito dopo la 10 c’è la 11 a sinistra abbastanza rapida che porta verso l’ultima curva del tracciato, la 12 a sinistra. Questa curva è molto veloce e da qui si esce vicino o sul cordolo per poi tagliare il traguardo dello spettacolare tracciato di Phillip Island.

In questo weekend ci aspettiamo grandi battaglie e arrivi in volata, come è successo spesso sul circuito australiano! Vedremo poi se verrà assegnato il titolo in Moto3 e cosa succederà nella bagarre mondiale in Moto2 e MotoGP. Una cosa è certa: non perdetevi lo spettacolo autentico del Motomondiale 2017!