L’importanza dei team satellite. Suzuki: un team satellite entro il 2019!

Andrea Iannone in sella alla Suzuki GSX-RR 2018 (fonte: motogp.com)

Il costruttore giapponese pensa al futuro: un team satellite nel 2019, per velocizzare lo sviluppo.

Tutte le più grandi case, negli ultimi anni hanno cercato team privati e strutture esterne a cui a fornire le proprie moto ed il proprio materiale; tutto ciò per massimizzare lo sviluppo, provare più componenti, raccogliere dati e confrontarli. Nel tempo i team satellite sono diventati indispensabili per i costruttori e quindi i per i team ufficiali per progredire sempre più.

Guardando al giorno d’oggi, Honda, Ducati e Yamaha, ovvero i costruttori che ottengono le migliori prestazioni, si affidano ed affidano il proprio materiale a strutture private; si pensi ad Honda che affida le sue moto al team Marc VDS e Lcr che con Cruthlow, che dispone della stessa Honda di Marquez e Pedrosa, offre un ulteriore mole di dati, paragonabile a quella dei piloti ufficiali. Continuando troviamo il team Pramac che allo stesso modo dispone di una Ducati ufficiale per Danilo Petrucci.

Dopo aver fatto tali considerazioni, si può certamente capire quanta importanza abbiano questi team per le strutture ufficiali, e si potrebbe dire che le vittorie e i prestigiosi risultati di questi blasonati costruttori siano anche frutto del lavoro di questi team.

Questo elemento ha suscitato ovviamente l’interesse anche dei più “piccoli” costruttori, Aprilia e dei nuovi arrivati Suzuki e KTM.

Proprio Davide Brivio, team manager Suzuki Ecstar, ha confermato la volontà e la necessità del costruttore di trovare un team a cui fornire le proprie moto. Ecco le parole di Brivio: “Dobbiamo prendere una decisione entro pochi mesi, per l’inizio di questa stagione” -continua- “questa squadra potrebbe aiutarci molto nello sviluppo della moto, ottenendo più dati e potendo gestire più percorsi di sviluppo diversi“.

Il divorzio tra Yamaha e lo storico team Tech 3 al termine di questa stagione ha fatto nascere moltissimi rumors, parrebbe infatti che KTM sia davvero interessata a legarsi allo storico team. Ma Suzuki ed Aprilia non resteranno di certo a guardare.