Marquez va a terra, Crutchlow va a vincere in Australia! Super Rossi da 15o a secondo.

Le condizioni di cielo limpido e pista asciutta hanno inevitabilmente condizionato la gara, con i vari piloti che dovranno mettere a punto la moto in tempo per la gara e scegliere la strategia giusta al più presto. Chi la avrà vinta a Phillip Island?

Le prime fasi di gara vedono in testa un Marc Marquez inarrivabile per chiunque, con i fratelli Aleix e Pol Espargaro, Crutchlow e Dovizioso a combattere per il podio. Mentre un grandissimo Valentino Rossi comincia in un altra delle sue rimonte arrivando a lottare per il podio anche lui.
A 18 giri dalla fine, Marquez cade a Curva 4, perdendo l’anteriore con la sua Repsol Honda che poi andrà a distruggersi sulla ghiaia. Evidentemente libero dai pensieri per il titolo iridato, il pilota spagnolo ha spinto forte, sapendo anche che Crutchlow e Rossi cominciavano a guadagnare su di lui, ed è finita come nel 2014, con una caduta.

A metà gara Cal Crutchlow sa di avere la grande occasione di vincere la sua seconda gara di carriera e comincia a fare dei giri mostruosi, entrando nei panni del “Marquez” della situazione, con Rossi che riesce a malapena a stare con lui. Mentre per il podio è gran bagarre tra Aleix Espargaro e Andrea Dovizioso, mentre Pol Espargaro non riesce più a stare con i primi. Per l’ottava posizione è una bagarre da vecchi tempi con il veterano Nicky Hayden, le Pramac di Petrucci e Redding e l’idolo di casa Miller.

Gli ultimi giri vedono un Crutchlow che ormai gestisce il primo posto, con Rossi che invece cerca di gestire l’ottimo secondo posto, mentre per il terzo posto la bagarre infiamma tra la Ducati di Dovi e le Suzuki, con Vinales che ormai ha recuperato, mentre Aleix Espargaro cade a curva 4, dicendo addio al podio ancora una volta. Mentre il gruppo per la ottava posizione (diventata con la caduta settima) si infiamma con Redding che prova a scappare, Petrucci e Miller che lo rincorrono e Barbera e Hayden che cadono proprio a pochi giri dalla fine.

Quindi la classifica dice Cal Crutchlow vincitore del GP Australia(primo vincitore britannico di sempre sul suolo australiano), con Valentino Rossi che da quindicesimo arriva secondo e anche Vinales che da tredicesimo arriva sul podio, beffando un comunque buon Andrea Dovizioso che si piazza quarto. Quinto Pol Espargaro, chiude sesto Jorge Lorenzo, settimo Redding, ottavo Smith che approfitta della bagarre tra Petrucci e Miller che chiudono nono e decimo.

Curiosità: Italia che chiude in seconda posizione nel motomondiale in tutte le classi(In Moto3 Locatelli, in Moto2 Morbidelli e ora in MotoGP Valentino Rossi).