MotoGP, Alberto Puig stronca Rossi e Pedrosa!

Per Valentino Rossi e Daniel Pedrosa è stato un 2018 difficilissimo. Il primo ha chiuso si terzo nel mondiale MotoGP, ma senza conquistare nemmeno una vittoria (non accadeva dal 2012). Allo spagnolo è andata anche peggio: pessime prestazioni (11° in classifica), nessun podio e un confronto impietoso non solo con Marquez ma anche con il rider indipendente Crutchlow. Tutto ciò può essere causa del suo ritiro dalla carriera agonistica, anche se continuerà il suo impegno nel motomondiale come tester KTM.

Il team manager Honda, Alberto Puig, ha attaccato i due piloti in un’intervista da La Vanguardia, cominciando dal Dottore. “Valentino è stato un grande pilota e ha tutto il mio rispetto.”, commenta lo spagnolo. “Però gli sta costando non ammettere che il suo momento è passato. A volte i modi che usa per raggiungere i suoi obiettivi non sono giusti. Rispetto Rossi, ma che gli piaccia o no, ora è Marc il numero 1.Marquez non si è mai preoccupato della corrente di pensiero che gira attorno a Vale, non l’ho mai visto fare azioni cattive nei suoi confronti.”

Nel corso dell’intervista, Puig non ha risparmiato neanche il suo pupillo Pedrosa, che lo ha cresciuto sotto la sua ala fino a conquistare tre titoli mondiali (uno in 125cc, due in 250cc) e a salire in MotoGP. “Sono stato con Dani fino al 2013, ma quest’anno era un po diverso da come lo ricordavo.”, spiega il team manager Honda. “Comunque, per essere un campione della MotoGP devi fare cose che lui non ha fatto. La vita non ti regala niente. Lui aveva tanto talento, avrebbe potuto fare di più.”

About the Author

Andrea Mattavelli
Nato a Gallarate (Varese), classe 1995, appassionato di corse e del motorsport dall'epoca Schumacher-Ferrari. Cresciuto con la Formula 1, ora appassionato di tutte le varie categorie dell'automobilismo (inclusa la Formula E) ;)