MotoGP: Bautista continua a sorprendere ma la sella è sempre più lontana. Rossi: “Quartararo sarebbe una scommessa, mentre con Bautista si va sul sicuro”

Momento d’oro per Alvaro Bautista: lo spagnolo del team Angel Nieto sembrerebbe trovarsi davvero a suo agio sulla GP17, come confermato in queste prime prove libere di Brno dove ha occupato stabilmente la top3!

“Sto iniziando a trovarmi sempre più a mio agio sulla Ducati dell’anno scorso (GP17)” il commento di Alvaro, “mi auguro di continuare la seconda parte di stagione come ho concluso la prima”.

Se quindi per il presente le prospettive sono rosee per il pilota di Talavera de la Reina, ben diverse sono le prospettive di ottenere una sella nel 2019 in MotoGP. “Il futuro è ancora tutto da scrivere” le parole del pilota Ducati, “per ora sto pensando solo a restare in MotoGP”.

Sulla questione Yamaha Petronas-Sic, riguardo la scelta tra Quartararo e Bautista, nel corso della conferenza stampa che ha aperto il weekend ceco, i giornalisti hanno interpellato anche Valentino Rossi che ha così risposto: “La Yamaha clienti ancora rimasta sul mercato se la giocano Quartararo e Bautista, il francese sarebbe una scommessa, mentre con Bautista si va sul sicuro dal punto di vista di esperienza e rendimento. Quartararo quest’anno in Moto2 ha fatto due gare bellissime, vedremo chi la spunterà”.