MotoGP, FP2 Phillip Island: Iannone prima di Petrucci e Viñales, 10° Rossi

Andrea Iannone si trova sempre particolarmente a suo agio nella pista di Phillip Island e lo ha dimostrato anche oggi. Il pilota di Vasto firma la migliore prestazione di questo venerdì pomeriggio con un convincente 1.29.131, mettendosi alle spalle Danilo Petrucci Maverick Viñales. 

L’alfiere della Suzuki è molto veloce sia in configurazione gara che qualifica, il che dimostra i progressi fatti dalla moto, oltre al fatto che Andrea in Australia si trovi sempre molto bene.

Rispondono ancora una volta presente le Ducati, sia con Petrucci, 2°, che con Andrea Dovizioso, 4°. Per la casa di Borgo Panigale questa tappa è molto importante per dimostrare la totale competitività della moto, in un tracciato nel quale hanno sempre fatto moltissima fatica.

In quinta posizione troviamo Cal Crutchlow, caduto però durante il turno in curva 1 e portato via in barella al centro medico.

Johann Zarco è invece sesto e precede la Honda di Marc Marquez. I due sono distanti dalla vetta circa sei decimi, ma il francese è stato ostacolato da Bradley Smith (12°) nel suo giro migliore.

Chiudono la top ten il padrone di casa Jack Miller, Alex Rins Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia è parso quello più in difficoltà delle Yamaha e accusa un ritardo di un secondo dalla vetta.

Da segnalare la caduta di Alvaro Bautista, 15° al traguardo senza la possibilità di migliorare il proprio tempo. Per lo spagnolo un problema di natura elettronica sulla seconda moto, che ha fatto prendere la decisione agli uomini Ducati di lasciare Alvaro ai box per non rischiare ulteriori intoppi.

Scivolato anche Takaaki Nakagami sul finale di turno in curva 6; il giapponese si è rialzato sulle sue gambe ma ha preso una bella botta, apparentemente senza conseguenze per fortuna.