MotoGP, Gara: Marquez non fa sconti, cade ancora Rins! 4° Petrucci

Decima vittoria consecutiva per il campione del mondo che continua a dominare al Sachsenring, davanti a Maverick Vinales e Cal Crutchlow

Il pronostico era tutto dalla sua parte fin dal giovedì e nell’arco di tutto il fine settimana Marc Marquez ha dimotrato ampiamente di non volere lasciare neanche le briciole ai suoi rivali in una pista da sempre favorevole; il campione del mondo non tradisce le attese e conquista la decima vittoria consecutiva al Sachsenring davanti a

Niente da fare per i rivali che hanno cercato in tutti i modi di interrompere il dominio dello spagnolo in terra tedesca, ma il ritmo impresso dal numero 93 è stato fin da subito inarrivabile per tutti e a nulla sono valsi i tentativi di Alex Rins e Maverick Vinales di spezzare il ritmo del pilota della Honda, con lo spagnolo di Suzuki che a sua volta dopo pochi giri è balzato in seconda posizione prendendo il margine necessario sull’alfiere Yamaha e che sembrava destinato ad una facile seconda posizione. Invece, come accaduto una settimana fa, Rins ha concluso la propria corsa nella ghiaia scivolando in curva 11 a dodici giri dalla fine.

E’ finita ancora prima la gara di Fabio Quartararo, che dalla prima fila non ha avuto una partenza ottimale a causa anche di un contatto in curva 1 con Jack Miller; il francese ha cercato fin da subito di rientrare velocemente sul gruppo di testa ma in un tentativo di sorpasso alla curva 3 su Danilo Petrucci è scivolato dicendo addio alla possibilità di un nuovo risultato sul podio.

La lotta per la seconda si è così ridotta ad una battaglia tra Maverick Vinales e Cal Crutchlow, con il primo apparso più veloce del secondo e in grado di conquistare un piccolo margine sul britannico. Così in realtà non è stato, in quanto il numero 35 di Honda è riuscito a rimanere attaccato al numero 12 della Yamaha fino all’ultimo giro, quando Crutchlow è crollato probabilmente decidendo in modo saggio che fosse inutile rischiare.

La quarta posizione è andata a Danilo Petrucci, che ha vinto il duello, anzi triello, interno con Jack Miller e Andrea Dovizioso, con Joan Mir che si è inserito per qualche giro. La posizione finale è stata incerta fino alla fine con Petrucci che ha portato la mossa decisiva all’ultimo giro, mentre Dovizioso e Miller si sono dovuti accontentare della 5° e 6° posizione davanti a Mir e Valentino Rossi.