MotoGP: Johann Zarco vuole rescindere il contratto con KTM

In un’intervista al giornale tedesco Speedweek il numero uno di KTM Pit Beier ha dichiarato che il due volte iridato in Moto2 Johann Zarco vorrebbe rescindere il contratto che lo lega alla casa austriaca fino alla fine del 2020. Questa è senza ombra di dubbio la stagione più difficile da quando Zarco è arrivato in MotoGP ,nel 2017 in sella alla Yamaha Tech3, purtroppo non gli è riuscita la scalata fino al team ufficiale in questi due anni allora il francese decise ad inizio 2018 di diventare l’uomo immagine di KTM. Un confronto difficilissimo con il compagno di squadra Pol Espargaro, lo spagnolo ha totalizzato 61 punti nelle prime undici gare della stagione mentre Zarco solo 22. Dopo un’ottima gara chiusa in ottava posizione proprio ieri in Austria il rookie Miguel Oliveira vola a quota 26 punti in classifica, sorpassando così il francese ex-Tech3.

Il rapporto tra la casa austriaca ed il pilota francese non è mai decollato e durante lo scorso weekend del Red Bull Ring il numero uno di KTM Pit Beier ha dichiarato:

“Zarco ci ha chiesto di rescindere consensualmente il suo contratto, siamo disposti a trovare una soluzione che soddisfi entrambe le parti”

La moto potrebbe addirittura essere affidata al collaudatore Mika Kallio durante questa stagione, anche se molti appassionati sperano in un ritorno romantico di Dani Pedrosa. Per il prossimo anno il lineup di Tech3 è ben chiaro: Miguel Oliveira verrà affiancato da Brad Binder, i due hanno già disputato insieme in Moto2 le ultime due stagioni. Il team ufficiale invece vorrebbe puntare su Jack Miller, attualmente in forza al team Pramac. L’australiano potrebbe essere un po’ titubante sul rinnovo a causa delle voci che riguardavano Jorge Lorenzo in sella alla moto di Miller per il 2020. Miller potrebbe diventare il volto della casa austriaca con la quale ha sfiorato il titolo Moto3 nel 2014, prima di fare il grande salto in MotoGP nel 2015 con la Honda del team LCR.