MotoGP, Pagelle GP Austria: Dovizioso come Marquez. Affonda Petrucci

Ecco i voti ai protagonisti di questo avvincente undicesimo round stagionale

Andrea Dovizioso, voto 10: Dopo una qualifica che lasciava già il sapore di sconfitta, il forlivese non si abbatte, centrando quello che era il suo unico obiettivo, nonché battere Marquez. Una battaglia epica, che resterà nella storia, conclusa con una manovra disperata, quanto pulita che ha restituito una splendida vittoria a Ducati. La Desmosedici c’è, Dovi pure!

Marc Marquez, voto 8: La classica fuga non riesce al pilota spagnolo che in Austria non può liberarsi del supermotore della Desmosedici e scappare. Nonostante tutto Marc è protagonista di una gara in cui dà tutto se stesso, anche quando poteva benissimo accontentarsi, visto il consisente vantaggio di ben 58 punti sul ducatista. Talento cristallino

Fabio Quartararo, voto 8,5: Al Red Bull Ring il francese ottiene il riconoscimento di essere il primo degli altri, collezionando un podio su una delle piste più difficili per la moto di Iwata. La sua guida è pulita ed esente da sbavature. What else?

Valentino Rossi, voto 7,5: La posizione di partenza non gli consente di issarsi subito in testa, bensì l’italiano è protagonista di una gara in salita conclusa al quarto posto, risultato davvero prezioso per la sua classifica. Rinascita

Maverick Vinales, voto 6,5: Ancora una volta lo spagnolo vanifica una buona qualifica con uno start disastroso. Taglia il traguardo in quinta piazza, prendendo paga sia dal compagno di squadra, ma anche dalla Yamaha privata di Quartararo. Sconfitto

Alex Rins, voto 6: La sesta posizione al traguardo si può considerare deludente rispetto ai risultati portati a casa nelle precedenti uscite, ma una gara sottotono può starci su un tracciato così ostico per la moto nipponica. In difficoltà

Francesco Bagnaia, voto 7: Il pilota torinese riesce a trovare la giusta concentrazione al Red Bull Ring, raccogliendo il suo miglior piazzamento stagionale. La speranza è che sia l’inizio di una serie positiva di risultati! Avanti così

Miguel Oliveira, voto 8: Il voto rispecchia la sua posizione al traguardo. Il portoghese è protagonista di una gara fantastica, con un passo invidiabile, risultando di gran lunga la miglior KTM. Con la moto che si ritrova tra le mani è il massimo che poteva fare. Rookie?

Danilo Petrucci, voto 5: Il ducatista ottiene il peggior risultato stagionale, lottando ai margini della top ten con una GP19 che nelle mani del compagno di box vola. Altalenante

Franco Morbidelli, voto 5: Il confronto con il compagno di box è sempre più imbarazzante e probabilmente anche il pilota romano sta cominciando a sentire il peso di questa differenza. In crisi

Takaaki Nakagami, voto 5,5: Dopo un ottimo sabato, il pilota nipponico non riesce a confermarsi veloce in gara, raccogliendo un misero undicesimo posto. Anonimo

Johann Zarco, voto 6: Il bottino di punti raccolto non è magro, ma i problemi con la moto austriaca continuano a persistere. La sofferenza per il francese terminerà però già a Valencia, vista l’annuncio della separazione tra le parti. Stufo

Stefan Bradl, voto 5: Porta al traguardo la moto raccogliendo una manciata di punti. Sostituto

Aleix Espargaro, voto 6: Non si può negare la sufficienza allo spagnolo su un tracciato così poco affine alle caratteristiche della moto di Noale. Aleix fa quel che può. Look forward

Karel Abraham, voto 5: Nemmeno la bontà della sua Ducati sugli allunghi austriaci riescono a farlo schiodare dalle posizioni di rincalzo. Invisibile

Andrea Iannone, SV: Un problema nelle tornate finali lo estromette dalla possibilità di ottenere qualche punto. Fiducioso

Tito Rabat, voto 4: Getta al vento una buona gara con una banale scivolata. Sprecone

Jack Miller, voto 5: L’australiano ci mette sempre il cuore per cercare di stare nel gruppo dei primi, talvolta esagerando, come in questo caso. Affamato

Hafizh Syahrin, voto 4: Il malese sbaglia ancora confermando di non meritarsi una sella in classe regina. Retrocesso

Pol Espargaro, Cal Crutchlow, SV: Lo spagnolo vittima di un problema tecnico, coinvolge in una caduta l’inglese. Sfortunati