MotoGP, Pagelle GP della Catalunya: Lorenzo fa strike, Marquez ringrazia e vince!

Ecco i voti ai protagonisti di questo avvincente settimo round stagionale

In una gara condizionata pesantemente dallo strike di Jorge Lorenzo al tornantino, a festeggiare ancora una volta dinnanzi al pubblico di casa è Marc Marquez, sempre più leader della classifica. Podio a sorpresa per il rookie Fabio Quartararo e per il ternano Danilo Petrucci.

Marc Marquez, voto 9: Il campione spagnolo non arriva al massimo dei voti soltanto per le circostanze favorevoli che lo hanno condotto ad una vittoria più facile del previsto, dettata dalla mancanza degli avversari abituali. Nonostante tutto mette in scena una gara maiuscola in cui riesce a creare un decisivo gap con gli inseguitori dosando alla perfezione il suo potenziale. Bravo quanto fortunato

Fabio Quartararo, voto 10: Dopo una fantastica pole position il francese riesce a concretizzare anche in gara portando a casa il suo primo podio da quando è stato promosso in top class. Ormai non è più una sorpresa ed il prossimo obiettivo è chiaro! Perfetto

Danilo Petrucci, voto 8: Il feeling del ternano con la GP19 cresce, così come il suo bottino di punti grazie all’ennesimo podio. Spicca la sua capacità di difendersi dagli attacchi degli agguerriti inseguitori, nonostante qualche manovra al limite. Tenace

Alex Rins, voto 7,5: Ancora una volta lo spagnolo viene piegato dalle carenze del motore Suzuki, ma nonostante tutto non si perde d’animo tentando attacchi disperati ad ogni staccata. Perde il podio a causa di qualche strafalcione di troppo, ma arrivano comunque per lui buoni punti. Lotta feroce

Jack Miller, voto 7: Buona prova per l’australiano, bravo a riscattare con un quinto posto una serie di weekend difficili. Bisogna lavorare ancora tanto sulla gestione degli pneumatici e sulla costanza per raggiungere risultati ancora migliori. Si può fare di più

Joan Mir, voto 7,5: Dopo una partenza a dir poco difficile il rookie spagnolo riesce a compiere una fantastica rimonta che lo conduce fino alle posizioni immediatamente alle spalle del podio. In crescita

Pol Espargarò, voto 7: Il fratello di Aleix porta a casa l’ennesima top10 con una moto ancora piuttosto acerba. Risulta nuovamente la migliore KTM, confermandosi una garanzia per la casa austriaca. Costante

Takaaki Nakagami, voto 5,5: Dopo lo splendido piazzamento conquistato al Mugello, il giapponese è protagonista al Montmelò di una gara piatta e senza sussulti, dove ha pensato soltanto a portare la moto al traguardo non commettendo alcun tipo di errore. Anonimo

Tito Rabat, voto 6: Sufficienza per lo spagnolo, capace in una gara ad eliminazione di cogliere i primi punti importanti per risollevare una stagione partita davvero male. Buoni punti

Johann Zarco, voto 6: Il francese porta la KTM al decimo posto finale mostrando qualche piccolo miglioramento, nonostante i tanti problemi patiti in sella alla moto austriaca. Bene ma non benissimo

Andrea Iannone, voto 6: Porta a casa il miglior risultato stagionale in sella all’Aprilia RS-GP, ma la fortuna l’ha aiutato parecchio. A punti

Miguel Oliveira, voto 4: Rimane coinvolto nelle battaglie di fondo gruppo, perdendo secondi preziosi che non vanno però a pregiudicare un weekend già disastroso. Male male male…

Sylvan Guintoli, voto 5: Porta la moto al traguardo in ultima posizione senza commettere errori. Wild card

Cal Crutchlow, voto 2: L’inglese cade dopo un tentativo di attacco folle e insensato a Jack Miller gettando all’aria una bella rimonta. Principiante

Franco Morbidelli, voto 4: Forza troppo la staccata in curva 7 finendo a terra a causa di un eccesso di foga. Sprecone

Francesco Bagnaia, voto 3: Cinque cadute in sette gare sono davvero troppo; è arrivato il momento di concretizzare! In difficoltà

Jorge Lorenzo, voto 0: Nel giorno in cui è desideroso di far bene il maiorchino vanifica tutto mentre cercava di attaccare la terza piazza di Vinales. Disastro

Bradley Smith, voto 4: Cade coinvolgendo il compagno di box Aleix Espargarò. Poco Attento

Aleix Espargarò, SV: Ingiudicabile, messo KO da Bradley. Sfortunato

Valentino Rossi, Maverick Vinales, Andrea Dovizioso: Il weekend dei tre non ha null’altro che in comune il tragico finale. Sono stati tutti spazzati via da un Jorge Lorenzo poco attento.Tutto rimandato ad Assen

Karel Abraham e Hafizh Syahrin, SV: Mai inquadrati. Out