MotoGP, Rossi: “Da un anno lamentiamo le stesse cose”

Valentino Rossi, al risultato peggiore sull’asciutto dopo i tempi della Ducati, continua a percorrere una fase negativa. Anche Maverick Vinales, seppur in Q2, ha ottenuto un cattivo risultato, scatterà dall’11esima posizione. La Yamaha, capendo il momento negativo dei due alfieri, ha deciso di porre le sue scuse.

Queste le parole di Valentino: “Sono contento delle scuse della Yamaha, ma a me piacerebbe di più si facesse una moto che va bene. La situazione è migliore di quando sono arrivato nel 2004, quando presero me perchè erano in difficoltà e sapevano di dover cambiare un po’ tutto. Allora in un anno, con lo sforzo della Yamaha e le mie indicazioni, siamo riusciti a fare una moto, quella del 2005, che è stata una delle migliori di sempre. Ora la situazione non è così critica, ma spiace ritrovarsi da un anno a parlare delle stesse cose senza migliorare niente, è frustrante”.

In seguito Rossi ha parlato delle mancanze Yamaha: “Non so quanto investano Honda e Ducati e quanto noi. Tuttavia mi è sembrato che ultimamente loro abbiano fatto un passo avanti in termini di organizzazione e di personale molto più simile a un team di Formula 1, più gente che lavora sull’elettronica e sulla dinamica del veicolo. Noi invece siamo rimasti indietro, ma il perchè non lo so. Per uscire da questa situazione bisogna lavorare molto”.