MotoGP, Rossi e Jarvis ai ferri corti in Yamaha!

‘Devi scegliere: me, o lui’. Sembra una scena di un film hollywoodiano, eppure è proprio il clamoroso clima che si sta respirando nei box del team Yamaha MotoGP. Secondo Diego Lacave, giornalista spagnolo di motorlunews.com, Valentino Rossi sta mettendo pressione ai capi alti della casa di Iwata per convincerli a cacciare Lin Jarvis. Sembra assurdo, ma quest’ultimo è l’indiziato N.1 della crisi di prestazioni della Yamaha. Lo stesso Rossi, 2° in campionato, pensa che la creazione del team SIC-Petronas sia solo un tentativo di ‘salvagente’ allo stesso Jarvis.

Ma non è tutto. Sempre secondo Lacave, i giorni di Lin Jarvis alla Yamaha sono quasi giunti al termine. Egli indica il GP Germania come prova evidente: nonostante il cambio di sponsor da Movistar a Monster, non è stato visto nel paddock il direttore di comunicazione del team Yamaha. E sarebbe già pronto il successore: William Favero, colui che Lacave definisce ‘la punta di diamante del nucleo del potere del clan Tavullia nei circuiti’.

Per indicare sempre di più una strada pro-Valentino, Diego Lacave ipotizza che Monster sia solo uno sponsor di passaggio per permettere a Petronas di prepararsi al 2021, quando probabilmente Rossi si ritirerà. Così Petronas passa al team Factory mentre Monster si occuperà del team VR46. Esso rappresenterebbe anche il motivo per cui Carmelo Ezpeleta aspetti a riempire lo spazio lasciato vuoto nella griglia MotoGP da Marc VDS.