Press Conference GP Qatar: le parole dei protagonisti MotoGP

E’ tempo di MotoGP e del primo GP della stagione in Qatar, ma prima di tutto è tempo della prima conferenza stampa del giovedì. I primi 6 scelti per questo ‘rito’ sono Valentino Rossi, Marc Marquez, Andrea Dovizioso, Maverick Vinales, Johann Zarco e Andrea Iannone. Tanti gli argomenti da parlare, dai dati dei test alle sensazioni per il week-end fino al rinnovo di Rossi per altri 2 anni in Yamaha.

Valentino Rossi


“Sono felice di continuare la mia avventura in MotoGP. Quando firmai l’ultimo rinnovo 2 anni fa avevo detto che se sarebbe stato l’ultimo o no, lo avrei deciso nelle prossime 2 stagioni. Io però avevo un’idea chiara nella testa. La moto andava bene nei test invernali, così ho deciso di continuare. Mi diverto ancora, mi piace guidare, questo stile di vita è la normalità per me. Credo che questa stagione di MotoGP sarà la più equilibrata di sempre, sono tanti i piloti che possono lottare per la vittoria in questa prima gara. Chiudere la mia carriera a 41 anni? Molti piloti come Schumacher e Biaggi si sono fermati al vertice per poi ritornare, forse perchè non contenti, io invece voglio correre fino alla fine. So che è un rischio, ma non volevo avere il rammarico di non averci provato. Sono contento della mia Academy, Morbidelli lo seguivamo dal 2011 ed ora è in MotoGP. E dopo arriverà anche Bagnaia.”

Marc Marquez


“Non vedo l’ora di ripartire, l’inverno è stato lungo. Ripartiamo la stagione nel modo migliore con il mio futuro che è già deciso. Ho aspettato per vedere come la moto si comportava, poi ho capito che si comportava bene, che mi sentivo bene e allora ho scelto insieme al team di rinnovare. Ora mi sento tranquillo, posso concentrarmi solo sulla pista. Favorito? Difficile dirlo, Dovi ha stupito tutti nella passata stagione. Io cerco di credere in me stesso, ma tutto può accadere mentre lotti, inoltre dipende da come garaggiano i piloti e da cosa succede in pista. Rinnovo di Vale? Il modo in cui riesce a trovare motivazioni è impressionante, cercheremo ancora di imparare da lui.”

Andrea Dovizioso


“Mi aspetto di fare meglio dell’anno scorso, è la prima stagione in cui so che posso vincere il titolo. Abbiamo fatto tutto nel modo giusto nei test, ma solo la gara potrà darci risposte concrete sul nostro livello. Abbiamo tutti gli ingredienti per combattere per il titolo nel 2018 e farlo meglio dello scorso anno. I favoriti? Saranno in 5-6, una lotta aperta come quella dell’anno scorso. Sapevo prima di oggi che Rossi avrebbe continuato. E’ veloce e non si fermerà finchè va così forte. Il pilota più difficile da passare? Petrucci, è uno che frena sempre molto forte ed è talmente grande che quando gli si è dietro è difficile trovare uno spazio per passare.”

Maverick Vinales


“Non vedo l’ora di cominciare, mi sento molto bene e C’è già dell’ottimo feeling sulla moto. Siamo comunque pronti per migliorare gara dopo gara e non intendo qualche settore in generale, ma nel complesso della moto. Sappiamo come migliorare la moto, su questo il rinnovare il contratto presto ha dato molta fiducia. Ci sono almeno 9/10 piloti in grado di lottare per il titolo in questa stagione.”

Johann Zarco


“Dobbiamo ringraziare Rossi per il suo rinnovo, realizza il nostro sogno in MotoGP. Riguardo a me non so cosa farò l’anno prossimo, non è un segreto che la Tech 3 userà le KTM dal prossimo anno. Ora però ho una Yamaha che è andata molto bene nei test, un team che conosce bene la moto e io che dovrò cercare di sfruttarla al meglio.Il primo obiettivo sarà la Top 5. Se penso al podio? Guardando al passo che avevo l’anno scorso, perchè no… I favoriti? Se devo metterne uno in cima indico Marc Marquez, è il più costante di tutti.”

Andrea Iannone


“Il finale del 2017 è stato per noi positivo, quest’anno cominciamo in condizioni migliore. Siamo tutti molto vicini e noi daremo il massimo per ottenere qualche buona prestazione. Speriamo di farlo subito in Qatar, è un ottimo tracciato per me. In quale pista del passato vorrei correre? Laguna Seca! Tutti dicono che sia molto pericolosa ma bella, a me sarebbe piaciuto correrci.”