Syahrin con Tech3, Khairuddin con SIC in Moto2

Movimentate fasi per il Motomondiale. Dopo l’annuncio shock di Jonas Folger, il team Tech 3 capitanato da Hervé Poncharal ha individuato il sostituto in Hafizh Syahrin. ‘Pescao‘, così soprannominato nel paddock, pilota di Moto2 ingaggiato dal team SIC per il 2018. Sembrerebbe che Hafizh infatti sia riuscito a svincolarsi dal team, per coronare il sogno di una vita. Il malese non vede l’ora di fare il salto di categoria, diventando anche il primo pilota malese a competere in MotoGP.

Il team SIC, nonostante abbia dovuto abbandonare il talentuoso Syahrin, non si è perso d’animo; di poche ore fa è l’annuncio del sostituto: Zulfhami Khairuddin.

E’ stato Johan Stigefelt, team manager SIC ad annunciare l’arrivo di Zulfhami nel team. Dai trascorsi nel motomondiale, il ventiseienne malesiano approderà in Moto2.  Khairuddin è stato al via del motomondiale dal 2009 al 2015, sei anni passati in Moto3, dove ha ben figurato: due volte il podio nel 2012, nella sua amata Sepang, e a Valencia. Dopo un 2015 disastroso, è terminata la sua avventura in Moto3. Passato in Supersport si è ben difeso alla guida di una Kawasaki, raccogliendo persino un podio.

Nel 2018 il ritorno alle origini. Khairuddin sarà al via di una combattutissima Moto2 in sella ad una Kalex preparata del team SIC (Sepang International Circuit).

Sicuro della competitività e del talento del pilota, ma un po’ spiazzato il team manager Stigefelt ha dichiarato: “Zulfahmi Khairuddin sarà il nostro pilota Moto2 nel 2018. Per noi è un po’ una sorpresa perché avevamo puntato su Hafizh, ma siamo preparati a tutto. Abbiamo lavorato molto negli ultimi sei mesi per preparare questo progetto ed avere tutto sotto controllo. Zulfahmi avrà il massimo supporto e la miglior moto: certo sarà difficile, è un campionato complesso e che richiede molto lavoro, ma lui è fiducioso e pronto per questa sfida“.

Esordio assoluto quindi per Khairuddin, che dovrà quindi battersi nella difficilissima Moto2. Il pilota appare però confidente vista l’esperienza accumulata in Supersport con la Kawasaki ZX-6R del team Orelac Racing VerdNatura. “Per me si tratta di una grande opportunità, voglio ringraziare SIC, in particolare Dato’ Razlan Razali per il continuo supporto e la fiducia riposta in me. Sono contento di tornare nel paddock del Motomondiale. A Valencia l’obiettivo sarà migliorare il feeling con la moto: non penso sia così difficile per me passare dalla Supersport alla Moto2, ma la competizione è intensa e dovrò accumulare molti giri. Spero di raccogliere molte informazioni utili a Valencia prima del test in Malesia”.