UFFICIALE: Valentino Rossi rinnova con Yamaha, rimarrà in MotoGP fino al 2020!

La Yamaha ha definito i suoi posti per i prossimi anni in MotoGP. Dopo Maverick Vinales, infatti, arriva il rinnovo anche per Valentino Rossi che correrà con la casa di Iwata fino al 2020. Debuttato nel motomondiale nel 1996, il pesarese conta ben 9 titoli mondiali di cui uno in 125cc, uno in 250cc, uno in 500cc e 6 in MotoGP. Di questi 6, quattro li ha presi con la Yamaha da quando si è accasato nel 2004.

Dopo l’ultimo titolo, nel 2009, la carriera di Rossi è costellata di sfortune. Primala frattura di tibia e perone nel 2010 a Mugello, poi l’avventura disastrosa con Ducati nel bienno 2011/12. Da quando è ritornato in Yamaha nel 2013, tutti si sono chiesti quand’è che “The Doctor” avrebbe appeso il casco al chiodo, cominciando a darlo del bollito. Ma, seppur non abbia ancora conquistato l’agognato decimo, Valentino Rossi ha fatto capire di saper ancora vincere. Come testimoniano tra l’altro i tre titoli di vice-campione conquistati dal 2014 al 2016.

“Mi chiesi se il contratto firmato nel 2016 sarebbe stato l’ultimo” – dice Rossi in una nota – “Decisi che avrei preso la decisione in queste due stagioni. In esse ho capito che correre con la M1 mi fa stare bene. Lavorare con Galbusera, Flamigni, gli ingegneri e i meccanici è un piacere. Ringrazio la Yamaha e in particolare Lin Jarvis e Meregalli per avermi dato ancora fiducia. Essere competitivo a 40 anni è una sfida grande e difficile, ma non ho cali di motivazione. Per questo ho firmato per altri due anni.”

Si chiudono quindi le porte di una sella nel team ufficiale per Johann Zarco. Ora la domanda è se il francese della Tech 3 rimarrà anche per il prossimo anno quando la squadra di Poncharal passerà alle KTM o se tenterà nuove strade e case motociclistiche?