Valentino Rossi: “Nel 2018 vedremo quanto sarò competitivo. Hamilton? Lo aspetto al ranch”

La domanda che ogni anno si ripete: quando si fermerà Valentino Rossi? lo farà mai? Dopo quasi 21 stagioni nel motomondiale (di cui 17 nella classe regina) il 9 volte iridato di Tavullia, intervistato da Sky Sport 24 in occasione della presentazione dei nuovi modelli Yamaha 2018, da dei primi ‘piani’ per quanto riguarda un importantissimo 2018. “Vedremo dopo le prime gare del prossimo anno quanto sarò competitivo, a me piacerebbe continuare…” – afferma ‘The Doctor’.

“Mi sento bene, è un momento importante. La gamba la sento migliorata molto dall’ultima settimana e a Valencia ho voglia di fare una bella gara”. Non ci sarà un attimo di pausa. Subito dopo l’ultima gara del 2017, infatti, scatteranno subito i primi test per il motomondiale del 2018. “Non credo ci saranno così tante novità” – dice Valentino Rossi – “i giapponesi lavorano sempre. Hanno analizzato i dati, hanno le idee e delle cose da provare. Valencia è una pista ostica, cercheremo di essere veloci.”

Poi un intervento su Dovizioso e sulla sua lotta mondiale (a Valencia sarà distante 21 punti dal leader Marc Marquez): “E’ veramente difficile, però solitamente quando c’è anche una piccola speranza tu ci credi. E quindi ci provi. Dovizioso ha fatto delle cose incredibili quest’anno. Si deciderà tutto all’ultima gara e ci sarà una grande tensione. Noi speriamo di essere li a lottare con loro.”

Infine c’è anche un parere sulla Formula 1 e sulla lotta appena terminata tra Mercedes e Ferrari: “Il mondiale mi è piaciuto molto e sinceramente pensavo ad un certo punto che Vettel e la Ferrari potevano riuscire a vincere. Erano competitivi, ma purtroppo un paio di episodi sfortunati gli hanno tagliati fuori. Ma ci riproveranno l’anno prossimo. Hamilton? Sono pronto per riceverlo al Ranch, ci stiamo organizzando per dicembre, aspettando magari che il campionato sia finito”.