Valentino Rossi: “Il rinnovo è la strada giusta per dimostrare a me stesso di restare al top”

Valentino Rossi non si ferma. La notizia del suo rinnovo in MotoGP con Yamaha fino al 2020 è stata accolta positivamente dal mondo del motomondiale, e lo è stata ancora di più dopo il podio in Qatar. 39 anni però cominciano ad essere un pochino tanti per stare al top. Oppure no? Ma non si tratta molto di età per il pesarese 9 volte campione del mondo.

“Non devo dimostrare nessuno che non sto diventando troppo vecchio. Penso invece che questa sia la strada giusta per dimostrare a me stesso che posso restare al top”, dice Rossi a Speedweek. “Nessuno si sarebbe aspettata una carriera così nel 1996. Ivano Baggio (allora amministratore delegato Aprilia) si fidava di me. Io ero un ragazzino e al primo contratto non ci avevo pensato molto. Due anni fa, invece, ho pensato che quello sarebbe stato l’ultimo.”

“Yamaha mi ha detto a novembre di prendermi tutto il tempo che volevo. Ero impaziente di dire subito di si, ma poi ho pensato che se tutto sarebbe andato bene d’inverno avrei continuato. Quando si tratta di determinazione sono al pari degli altri. Certo, ora sarà impegnativo andare avanti per altri due anni. La MotoGP richiede sempre di più a livello fisico. E quest’anno il campionato è più equilibrato che mai, almeno 10 piloti possono vincere sulla carta.”