Valentino Rossi: “Il ritiro mi spaventa. Un mio team in MotoGP? È completamente diverso”

Valentino Rossi torna a parlare sul suo futuro in MotoGP. Il 9 volte campione del mondo, intervistato dal magazine tedesco SpeedWeek, ci ha ricordato che, prima o poi (meglio l’ultima), arriverà anche per lui il momento di ritirarsi. “Ho paura di smettere, è una cosa che mi spaventa.” – dice il rider di Tavullia – “Dopo sarà difficile fare qualcos’altro perché la MotoGP è la mia vita. Dirigere la mia Academy è bello, ma non è la stessa cosa. Mettere su un team in MotoGP? Un’opzione interessante, ma è un mondo totalmente diverso. Per ora ci limiteremo a Moto2 e Moto3 per aiutare i giovani.”

Il rider Yamaha ha chiuso quella che si potrebbe considerare la sua peggior stagione dal ritorno con la casa giapponese nel 2013. Una sola vittoria ottenuta ad Assen e un 5º posto nel mondiale piloti non possono essere considerati buoni risultati. “Ci sono state gare difficilissime come quelle di Jerez, Barcellona, Spielberg e Motegi. Paradossalmente, provando a risolvere i problemi del 2016, ne abbiamo creato di nuovi. Obiettivi 2018? Il primo resta di vincere il campionato, il secondo di vincere le gare e il terzo di arrivare al traguardo.”