Fabio Leimer contro la Formula 2: “Una perdita di tempo senza una via per la F1”

In questi tempi la Formula 2 (ex GP2) è diventata una fucina di talenti, con tanti nuovi giovani piloti pronti a mettersi sotto i riflettori. Ma c’è qualcuno che va controcorrente. Ovvero lo svizzero Fabio Leimer, campione nel 2013 dell’allora GP2, che non è riuscito a trovare un posto in Formula 1 a discapito di piloti meno forti ma con più ‘valigia’ (Ericsson).

“Spero che la Formula 1 cambi” – dice Leimer su Autosport“altrimenti la Formula 2 resterà una perdita di tempo, perché se ho i soldi posso passare dalla Formula 3 alla F1. Non sono solo io, anche gli altri piloti fanno fatica a farcela. Non penso sia corretto. Questo perché ci sono piloti più vecchi che vogliono restare in Formula 1 anni dopo anno togliendo posti a noi giovani, perché ogni anno ci sono tipo circa 20 piloti per 2/3 posti. Il problema è sempre lo stesso e qualcosa deve cambiare.”

Riferendosi anche a piloti come Vandoorne e Gasly, che da campioni GP2 hanno dovuto fare un anno di ‘apprendistato’ in Super Formula, Fabio attacca la F1 per la ‘cattiva gestione’. “Sono troppi soldi e infatti i team piccoli fanno fatica.” – continua Leimer – “Devono prendere un pilota che porti tanti soldi per rendere la loro vettura più veloce. Per me la F1 deve spingere il campione della Formula 2 verso un posto per l’anno prossimo. Qualcosa non va come dovrebbe perché qualche tempo fa tutti i top driver riuscivano ad andare in Formula 1.”