Maxime Berger è morto.

Questo 2017 continua ad essere un anno nerissimo per il motociclismo. Dopo la morte di Hayden e di altri 5 suoi colleghi (Stefano Togni, Anthony Delhalle, Adrien Protata, Mick Walley e Dario Cecconi), la lista si allunga con il nome di Maxime Berger.

A soli 28 anni, il pilota francese ci ha lasciato dopo un mese passato in ricovero in ospedale. Maxime era in gravissime condizioni in conseguenza di un tentativo di suicidio.

Maxime Berger aveva conquistato la vittoria nell’Europeo SuperStock 600 nel 2007 ed era passato da tutte le categorie di moto derivate dalla serie prima di approdare in Superbike nel 2011. Al termine della stagione 2012, il pilota si è spostato nell’Endurance.

A dare la notizia della morte di Maxime Berger, è stato il padre Alain: “Maxime era in coma vegetativo da un mese, è con grande dolore che ho deciso, in accordo con i medici che lo avevano in cura, di lasciarlo partire. Adesso riposerà in pace. Un grazie a tutti, per i messaggi di affetto ricevuti”.

La triste notizia è arrivata proprio mentre a Magny Cours si festeggiava per la conquista del terzo titolo mondiale di Jonathan Rea.