Davies fa il bis a Magny-Cours: Rea batte Sykes

Gara 2 che inizia con condizioni meteo molto diverse rispetto a Gara 1: se ieri infatti le qualifiche e la prima parte di gara hanno avuto pista bagnata, oggi abbiamo goduto di cielo sereno e pista calda. Ma finisce con lo stesso grande risultato. Chaz Davies vince Gara 2 di Magny-Cours e fa 2 su 2 per la casa italiana nel week-end francese, mentre Jonathan Rea può cominciare a fare i conti per il titolo mondiale.
Prime fasi di gara che vede il trio Sykes-Davies-Rea scappare subito e monopolizzare le posizioni da podio, mentre dietro infiammano le battaglie per la quarta posizione tra la MV Agusta di Camier e la Honda di Van Der Mark e quella per la sesta posizione tra l’Aprilia di Savadori e la Yamaha di Guintoli, mentre le BMW con Reiterberger, Torres e Brookes fanno molta fatica all’inizio. Da registrare l’assenza sulla griglia di Davide Giugliano e la caduta di Luca Scassa.

A metà gara le Kawasaki provano a scappare dalla Panigale di Davies, dunque Sykes e Rea si danno battaglia per la prima posizione, con Camier che sorpassa la Honda dell’olandese, e Guintoli che si stacca da Savadori. Come per tutta la stagione la Yamaha YZF-R1 va forte nelle fasi iniziali per poi rallentare col passare dei giri e per il campione 2014 francese tocca resistere agli attacchi di Hayden, Torres e Forés. Mentre le Kawasaki Ninja ZX-10 dei 2 leader inglese si danno battaglia per la testa della gara, la Ducati di Chaz Davies riesce a riprenderli ed è pronto a sfruttare ogni errore.

A 5 giri dalla fine, Jonathan Rea rompe gli indugi: tenta l’attacco sul suo compagno Sykes alla curva 4, ma va largo, entrambi sbagliano traiettoria e Davies ne approfitta, portandosi in testa. Sykes e Rea non lo riprenderanno più, battagliando tra di loro, mentre dietro di loro Camier riesce a mantenere una buonissima quarta posizione che permette alla MV Agusta di essere la “prima delle altre” dopo Ducati e Kawasaki, mentre Guintoli si impegna per portare a casa il massimo dei punti possibili per la casa giapponese.

Dunque queste sono le posizioni finali: Chaz Davies vince Gara 2 del round francese, con Jonathan Rea che chiude secondo e batte il suo rivale per il titolo Tom Sykes, che si deve accontentare della terza piazza. Quarto posto per la MV Agusta di Camier, quinta la Honda di Van Der Mark, sesto posto per Lorenzo Savadori con l’Aprilia, settima la BMW di Torres che sorpassa nel finale la Yamaha di Guintoli, finita in ottava posizione. A chiudere la Top 10 sono l’altra Honda di Hayden e la Ducati satellite di Xavi Forés.

Classifica piloti che al termine del round n.11 del mondiale vede Rea saldamente in testa con 426 punti; seguono Sykes a 378 e Davies a 345. Per il campione del mondo in carica basterebbe finire sempre sul podio nelle 4 gare rimanenti per confermare il titolo.